Cerca

Toninelli e Tav, smentite dimissioni

POLITICA
Toninelli e Tav, smentite dimissioni

(Fotogramma)

In una nota del Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli smentisce le indiscrezioni di stampa sulle sue presunte dimissioni da ministro, rassegnate per divergenze con la Lega sulla Tav: "Smentisco seccamente le fantasiose e ridicole ricostruzioni di stampa, condite con miei virgolettati totalmente inventati, in cui si sostiene che ieri avrei ventilato o minacciato le mie dimissioni a margine dell'incontro sul progetto Tav Torino-Lione. La discussione è rimasta sempre su un piano di costruttivo e sereno confronto tra le parti".
Intervistato da "No stop news" su Rtl 102.5 sul nodo Torino-Lione, sul caso interviene anche il vicepremier Luigi Di Maio. Le dimissioni minacciate dal ministro da Toninelli, dice, "sono una fake news clamorosa. L'incontro di ieri è stato cordiale e ci tengo a dire che tutti i vertici di governo che abbiamo fatto da otto-nove mesi a questa parte, non hanno mai avuto discussioni accese".


E sulla Tav assicura: "Come ha detto il presidente Conte, il governo non è a rischio ma la soluzione che vogliamo trovare deve soddisfare chiaramente quello che è il nostro orientamento. Se qualcuno pensa che il governo possa cadere sulla Tav, si sbaglia".
"Il governo non è a rischio ma la decisione che dobbiamo prendere non deve essere ideologica, noi come governo abbiamo commissionato uno studio che dice agli italiani: 'state spendendo soldi, per un'opera che porta meno benefici dei soldi di tasse che ci si mettono. Nelle prossime ore faremo una discussione ulteriore sull'analisi costi-benefici, ma come ha detto Conte è di metodo".

"Se c'è uno studio che ci dice che quell'opera non sta in piedi - continua Di Maio -, discutiamo, facciamo uno stress test... Uno Stato responsabile deve dire si o no, non in base all'ideologia ma in base al fatto che dobbiamo amministrare lo Stato come farebbe un buon padre di famiglia e un buon padre non spenderebbe mai i soldi della famiglia in una cosa che porta meno benefici di quelli che si spendono", ha concluso Di Maio.

"A me interessano i fatti. C’è bisogno di infrastrutture, io ragiono con tutti, però l’Italia deve andare avanti, non si può tornare indietro", quanto afferma il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a proposito del vertice sulla Tav convocato per questa sera dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte con i due vicepremier Di Maio e Salvini e il ministro Toninelli. "Io ho le idee chiare - ribadisce il titolare del Viminale - aspetto di confrontarmi con gli altri e certamente entro venerdì ci sarà la decisione definitiva del governo sulla Tav".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.