M5S, ecco le 5 donne su cui punta Di Maio

POLITICA
M5S, ecco le 5 donne su cui punta Di Maio

(AdnKronos)

di Antonio Atte


La manager, la docente, la funzionaria del Cese, la dirigente della Pubblica amministrazione, la giornalista. Questi i 5 profili su cui Luigi Di Maio ha deciso di puntare per il voto europeo del 26 maggio. "Continuare per cambiare anche in Europa", l'obiettivo sintetizzato nello slogan della campagna. Nella cornice del Tempio di Adriano il capo politico 5 Stelle ha presentato le 5 donne che correranno come capilista per il M5S alle elezioni per il rinnovo del Parlamento Ue: Alessandra Todde (per il collegio Isole), Chiara Maria Gemma (Sud), Daniela Rondinelli (Centro), Maria Angela Danzì (Nord Ovest), Sabrina Pignedoli (Nord Est).

"Oggi per noi è un importante punto della campagna. La settimana prossima si presentano le liste. Oggi presento 5 candidature d'eccellenza, che saranno capolista per il M5S. Abbiamo candidato prima di tutto 5 eccellenze, per storia personale e cultura. Rappresentano la meritocrazia, che è un valore" ha sottolineato Di Maio. "Aprire le liste alle migliori energie del nostro Paese per me è di quanto più importante ci possa essere per una forza politica", ha scandito. "Nessun tramonto dell'uno vale uno" per quanto riguarda la scelta delle capilista, ha poi precisato il leader grillino, perché "il M5S rispetta la sua natura quando consente a cittadini senza un passato politico di entrare nelle istituzioni": quindi "uno vale uno, sì, ma uno non vale l'altro...".

La prima a prendere la parola è Todde, amministratore delegato di Olidata, prima società europea quotata completamente dedicata all'asset class Internet of Things. "Ho vissuto gran parte della mia vita all'estero e dopo tante soddisfazioni professionali ho deciso che era arrivato il momento di restituire qualcosa", ha detto la manager, laureata in Scienze dell'Informazione e in Informatica all'Università di Pisa e nominata di recente tra le Inspiring Fifty italiane, riconoscimento che va alle 50 donne italiane considerate più influenti nel mondo della tecnologia.

"Dare voce agli esclusi" investendo nella formazione è invece la 'mission' di Gemma, professore associato in Didattica e Pedagogia speciale all'Università di Bari 'Aldo Moro' e candidata come capolista per il M5S nel collegio elettorale Sud. "Chiara Maria - si legge nella scheda a lei dedicata sul Blog delle Stelle - è il volto che rilancia l'immagine del modello universitario italiano in Europa, garantendo la giusta sintesi tra teoria-pratica e la professionalità pluridecennale di un'esponente della ricerca italiana".

Si definisce "appartenente alla prima generazione Erasmus", invece, Daniela Rondinelli, membro del gabinetto di presidenza del Cese (Comitato Economico e Sociale Europeo). "Bisogna iniziare a ragionare sul salario minimo europeo e sul reddito minimo europeo" per "costruire un'Europa sociale", la dichiarazione di intenti della candidata nella circoscrizione Centro.

La capolista M5S per il Nord Ovest si chiama Maria Angela Danzì. Laureatasi con lode presso la facoltà di Scienze Politiche all'Università di Messina, dal 2007 Danzì ha ricoperto l'incarico di segretario generale e direttore generale dei Comuni di Genova e Novara e della Provincia di Varese e può vantare un'esperienza ultratrentennale a livello di Pa. L'anno scorso il Presidente della Repubblica l'ha insignita dell'onorificenza di Grande Ufficiale. "La mia è una vita al servizio dei Comuni e delle Province", ha detto in conferenza stampa ponendo l'accento su temi come "dissesto idrogeologico, rischio sismico e protezione civile".

Dulcis in fundo, la giornalista d'inchiesta Pignedoli, autrice del libro 'Operazione Aemilia' che ha raccontato le infiltrazioni della 'ndrangheta nel territorio di Reggio Emilia, con propaggini anche in Lombardia e Veneto. Secondo la candidata 5 Stelle nel Nord Est "bisogna portare in Europa una legislazione antimafia per combattere il fenomeno a livello transnazionale. Serve un fronte comune".

Seduti tra il pubblico nel corso della presentazione anche gli altri candidati M5S all'Europarlamento. Dai big uscenti Fabio Massimo Castaldo e Ignazio Corrao alle 'new entry', come il sindaco di Livorno Filippo Nogarin e la ex Iena Dino Giarrusso. Pochi i parlamentari nazionali presenti: tra questi il presidente della Commissione Antimafia Nicola Morra.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.