Cerca

Roma, Salvini attacca ancora

POLITICA
Roma, Salvini attacca ancora

(Fotogramma /Ipa)

Nuovo attacco all'amministrazione Cinquestelle della Capitale da Matteo Salvini. Dopo il botta e risposta di ieri fra il ministro dell'Interno e la sindaca Virginia Raggi, il leader del Carroccio sferra un altro colpo agli alleati di governo. "Avevo invitato i romani a scegliere e provare il cambiamento. Dopo anni questo cambiamento non mi sembra molto diverso dal passato - ha detto oggi a margine di un incontro alla Prefettura di Monza-. Vivendo Roma da cittadino, come tanti altri romani che si lamentano dell'immondizia, del traffico, dei mezzi pubblici che non funzionano, dei crateri nelle strade, della trascuratezza. Quindi probabilmente se si votasse domani, non inviterei più a scegliere i 5 stelle". .


E a chi gli chiedeva se avesse un nome per un nuovo sindaco, Salvini ha risposto di no e che non ne parlerà con la leader di Fdi, Giorgia Meloni. "No assolutamente. Io spero che Roma sia più curata da italiano, perché è la capitale ed è la nostra vetrina, non ho in mente sindaci, vicesindaci o altre cose. Spero che chi sia in Comune faccia il massimo. Io come ministro dell'Interno per Roma mi manca di mettermi il mantello di Batman, io però mi occupo di sicurezza non posso fare il netturbino, l'autista degli autobus, il manutentore delle metropolitane. Per questo c'è il Comune".

"Vorrei che Roma fosse vivibile per chi ci vive, per chi ci lavora per chi ci viene da turista non sto qua ad ansimare per scegliere il sindaco di Roma", ha aggiunto poi ai microfoni di Radio Radio.

In diretta sulla sua pagina Facebook, il ministro dell'Interno, torna a parlare della giunta Raggi."La corsa ai topi e la difesa dagli attacchi aerei dei gabbiani, non li può fare il ministro. Il sindaco faccia il sindaco, a Roma e in qualunque altra città d'Italia".

Piccata la replica del vicepremier Cinquestelle Luigi Di Maio: "Quando la Lega è un po' in difficoltà come in questo periodo" alla luce degli ultimi sondaggi "rimette in mezzo Roma. Ma è un giochino che ho visto fare più volte: non rispondo nel merito, perché ce l'hanno lasciata così centrosinistra e centrodestra. Roma è stata divorata da Mafia Capitale e un pochettino alla volta la stiamo mettendo a posto"



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.