Cerca

Bandiera Lega copre poster Regeni, è bufera

POLITICA
Bandiera Lega copre poster Regeni, è bufera

(foto da Fb)

di Paola Benedetta Manca
Fa molto discutere sui social, il gesto della Lega a Ferrara che, ieri notte, quando ha festeggiato la vittoria di Alan Fabbri al ballottaggio, ha appeso una bandiera del Carroccio sopra lo striscione giallo che chiede verità e giustizia per Giulio Regeni, il ricercatore italiano ucciso in Egitto nel 2016, su un balcone della facciata del municipio. La bandiera, posizionata da alcuni leghisti ha coperto, in parte, lo striscione 'Verità per Giulio Regeni'.

Sui social, molti scrivono post indignati, corredandoli con la foto in cui tre leghisti coprono con la bandiera del Carroccio il poster di Regeni. Gente comune ma anche diversi politici. Tra cui il parlamentare bolognese del Pd e già segretario provinciale, Francesco Critelli che, postando la foto, commenta, prendendo a prestito dei versi di Vasco Rossi: "Sii, stupendo, mi viene il vomito, è più forte di me..” e aggiunge: '#chevergogna'. Ieri, al ballottaggio, la Lega ha strappato per la prima volta, dal Dopoguerra, la città al centrosinistra.

Si arrabbia anche il parlamentare dem, Andrea De Maria. "Cosa dire di fronte a una immagine come questa? Un insulto alla memoria di Giulio Regeni che dice tanto di chi se ne è reso protagonista" commenta sul suo profili facebook e aggiunge: "Davvero bisogna saper reagire a una deriva che è in atto e di cui la Lega di Salvini è espressione. Difendendo i valori di umanità, democrazia, solidarietà che sono alla base della nostra Costituzione, nata dalla Resistenza".


Replica alle polemiche il neo sindaco di Ferrara, Alan Fabbri: "Quella bandiera è stata messa lì per caso, non certo per polemizzare, non vedo perché dovremmo avercela con Giulio Regeni - assicura Fabbri all'Adnkronos -. E' stata una sbadataggine. Era pieno di gente. La bandiera è stata appoggiata lì non so neanche da chi, ma il tema è che lo striscione di Regeni rimarrà lì e, del resto, non capisco nemmeno perché dovremmo avere qualcosa contro di lui".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.