Cerca

Ex Ilva, "Stato impugnerà atto di ArcelorMittal"

POLITICA
Ex Ilva, Stato impugnerà atto di ArcelorMittal

(Fotogramma /Ipa)

"Non credo che si arrivi al voto sullo scudo, lo Stato impugnerà l'atto con cui se ne stanno andando". A dirlo è Luigi Di Maio, parlando di ex Ilva stamane a Radio24. "Abbiamo avviato un contenzioso nel quale non entrerà lo scudo penale - sottolinea ancora il ministro -. Non possiamo dire a ArcelorMittal che i guai che ha combinato li risolviamo noi". "Se ho cercato di piazzare Ilva ai cinesi? No, credo che ci sia ancora ArcelorMittal come interlocutore", spiega quindi Di Maio, che aggiunge: "Se hanno difficoltà sul numero di tonnellate di acciaio da produrre ci si siede a un tavolo e si ragiona".


A quanto si apprende, questa sera a Montecitorio si terrà una riunione dei deputati M5S con il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli per parlare della crisi dell'ex Ilva. Ieri sera il titolare del Mise ha incontrato i senatori pentastellati. Intanto, è pieno mandato al ministro Patuanelli sul dossier; no alla fiducia su un eventuale scudo penale per Arcelor Mittal; pieno appoggio al presidente del Consiglio Giuseppe Conte; se il tema 'scudo' dovesse tornare sul tavolo, si valuterà in assemblea il da farsi. E' quanto prevede il documento votato ieri sera dai senatori del Movimento 5 Stelle, dopo la riunione con il ministro. Durante l'incontro c'è stato un accalorato intervento dell'ex ministro Barbara Lezzi, che ha sostanzialmente ribadito il suo no allo scudo penale per la multinazionale indiana.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.