Cerca

Scontro Gallera-Pd. L'assessore: "Sono accecati dall'odio"

POLITICA
Scontro Gallera-Pd. L'assessore: Sono accecati dall'odio

(Fotogramma)

"E' una vergogna, i rappresentanti del Partito Democratico sono così accecati dall'odio nei confronti dell'operato della Regione Lombardia da riuscire a snaturare le mie dichiarazioni sui decessi nelle Rsa, rielaborandole a loro piacimento e adattandole a squallidi interessi di bottega". Lo afferma l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera rispondendo alle accuse mosse dalla segretaria metropolitana del Pd Silvia Roggiani.


"Nel corso di una trasmissione radiofonica ho dichiarato, come riportano correttamente le agenzie di stampa, che fosse una 'montatura' il fatto che 'aver mandato dagli ospedali in alcune Rsa persone già contagiate dal Covid', abbia provocato 'colposamente una strage'. Le direttive di Regione Lombardia erano chiare e precise. La ricerca di posti letto nelle strutture di cura e ricovero esterne agli ospedali, con adesione volontaria e con determinati e rigorosi requisiti, ha permesso di assistere e salvare nei reparti per acuti molte persone che altrimenti non avrebbero trovato posti disponibili nel bel mezzo di una emergenza straordinaria", spiega l'assessore. "Ogni decesso è una ferita al cuore della comunità e la strumentalizzazione di questi tragici avvenimenti per condurre attacchi politici immotivati è triste, insensata e vergognosa", conclude Gallera.

In una nota la segretaria metropolitana del Pd Milano Silvia Roggiani, replicando a quanto dichiarato questa mattina dall'assessore al Welfare a Radio Anch'io su Rai Radio 1 in merito alla strage nelle Rsa, aveva sottolineato: "Affermare, come ha fatto l'assessore Gallera, che le stragi nelle Rsa sono una montatura giornalistica non è solo sgradevole e inopportuno, ma è profondamente irrispettoso nei confronti dei familiari di chi non c'è più. Familiari che oggi aspettano di sapere se sono stati rispettati tutti i protocolli e se le morti dei loro cari erano o meno inevitabili".

"Ad oggi quello che sappiamo, da una survey condotta dall'Istituto Superiore di Sanità, è che in Lombardia il numero delle vittime per Covid-19 o simil-influenzali rappresenta il 6,8% del totale dei decessi, rispetto al 3,1% della media nazionale, e quindi parliamo di più del doppio. Si sta parlando tanto del Pio Albergo Trivulzio, ma la tragedia è ben più ampia e spesso ha numeri molto più drammatici in tante strutture lombarde", ha spiegato l'esponente del Pd.

"Attendiamo con fiducia che si faccia chiarezza su scelte che noi riteniamo, in parte, responsabili di quanto leggiamo su tutti i giornali, ovvero quella di non aver chiuso immediatamente le visite dall'esterno e la delibera regionale dell’8 marzo che chiede alle Rsa di ampliare 'la ricettività dei pazienti' per ospitare i casi meno gravi di persone infettate da Covid. Prima che la Commissione d'inchiesta faccia la dovuta luce, l'assessore Gallera chieda scusa ai familiari delle vittime per le sue affermazioni", ha concluso Roggiani.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.