Cerca

Fase 2, Santelli: "La Calabria è aperta ai turisti"

POLITICA
Fase 2, Santelli: La Calabria è aperta ai turisti

(Fotogramma)

"Porte aperte della Calabria ai turisti. La Calabria li aspetta nella sua veste migliore e credo che fare una vacanza in Calabria significa poi ritornarci sempre". E' l'invito di Jole Santelli, presidente Regione Calabria, ospite di 24 Mattino su Radio 24.


La governatrice chiede poi che "laddove si dovessero rintracciare dei focolai, e credo non si possa parlare di regioni ma eventualmente di zone, se ci dovessero essere zone in cui ci sono focolai vanno chiuse in zona rossa e controllare in partenza. Se ci sono, e mi auguro di no".

Quanto al passaporto sanitario, "abbiamo già avuto un problema esodo e in quell'occasione abbiamo riflettuto sul 'passaporto sanitario' ma era complicatissimo. In occasione dell'ultimo decreto che ha consentito di tornare alle proprie residenze e abitazioni creando scompiglio ulteriore, noi abbiamo fatto controlli a tappeto su treni aerei, e controlli stradali facendo oltre 6mila tamponi e risultati sono stati rassicuranti".

Il problema della capacità di spendere i fondi Ue "non è un tema relativo alla capacità di interlocuzione o assenza di professionalità, il problema vero sono i vincoli di Bruxelles molto pesanti, vincoli ulteriori messi dall'Italia e, io parlo per la mia regione, ancora di più vincoli della Regione stessa. Il tema più grosso che abbiamo nello spendere alla fine le risorse è relativo alle infrastrutture: con un codice degli appalti come quello che abbiamo noi, oggettivamente spendere i soldi è drammatico perché la durata delle nostre procedure è incompatibile con qualsiasi fondo".

"Siamo pronti ad accogliere i turisti del nord Italia a braccia aperte". Così a Timeline, su Sky Tg24, la presidente della Regione Calabria Jole Santelli, parlando dell'opportunità di accogliere turisti da tutte le Regioni italiane. Un invito forse rivolto anche al sindaco di Milano Giuseppe Sala, che nei giorni scorsi ha avuto parole molto dure nei confronti delle Regioni intenzionate a richiedere una sorta di 'passaporto sanitario' per consentire l'accesso sui propri territori: "lo invito formalmente a passare un weekend in Calabria. Non so se ci sia mai stato ma sono certa che se verrà se ne innamorerà" ha detto la governatrice. "Dobbiamo imparare a convivere con questo virus – ha concluso - la Calabria si attrezza e si è attrezzata a ospitare, vi aspettiamo a braccia aperte sperando di poter offrire a tutti coloro i quali accetteranno di venire a casa nostra l'ospitalità maggiore per una serena vacanza". "Mi auguro che si stia andando verso una riapertura nazionale, un'apertura complessiva del Paese, con una valutazione abbastanza importante da parte del Ministero della Salute e da parte delle Regioni di eventuali focolai. Mi auguro che la data sia il 3 giugno, ma penso che non si possa più fare un discorso di Regioni: bisogna capire se ci sono ancora dei focolai, zone particolarmente rischiose, e in quel caso fare una sorta di zona rossa e controllare le persone in uscita. Non penso si possa fare più un discorso di Regioni o di ambiti così vasti come può essere la Lombardia intera o il Piemonte".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.