Cerca

Scuola, è scontro Salvini-Azzolina sui numeri

POLITICA
Scuola, è scontro Salvini-Azzolina sui numeri

(Afp)

"Da settembre circa un milione di studenti italiani non troverà spazio nelle aule per i limiti imposti dal governo". Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini, che nella giornata di oggi ha fatto i conti alle regioni italiane, puntando il dito sull'emergenza scolastica, in vista della riapertura degli istituti. "La Lega - ha ricordato il leader del Carroccio - ha proposto di utilizzare gli spazi disponibili nelle scuole paritarie, ma Conte e Azzolina perdono tempo perché c’è un pregiudizio ideologico. L’unica notizia positiva è che l’Italia può contare su un Presidente della Repubblica come Sergio Mattarella", a cui ha annunciato che "domani scriverò perché non si sa nulla non si sa nulla su quando è come riapriranno". "Il governo non da’ certezze e un governo che dice che per 1 milione di ragazzi non ci sarà posto odia l’Italia”, ha detto.


Ecco, in sintesi, i numeri forniti dal leader del Carroccio: in Piemonte sono 78.899 gli alunni "a rischio", in Lombardia 177.524, In veneto 88.041, in Friuli Venezia Giulia 21.407, in Liguria 25.683, in Emilia Romagna 82.228, in Toscana 71.335, in Umbria 17.477, nelle Marche 31.221, nel Lazio 109.394, in Abruzzo 25.720, in Molise 5.575, in Campania 130.005, In Puglia 85.916, in Basilicata 11.401, in Calabria 40.571, in Sicilia 107.580 e i Sardegna 29.910. Per un totale di oltre 1,1 mln di studenti.

A stretto giro la risposta della ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina. "Nessun alunno sarà cacciato da scuola, come sta continuando a dire Matteo Salvini in queste ore, inondando le Regioni di numeri a caso. A settembre la scuola riaprirà per tutti. Abbiamo le soluzioni e abbiamo le risorse. E siamo al lavoro con il contributo di tanti. C’è chi, invece, preferisce usare la scuola per fare propaganda. È molto facile ma anche molto irresponsabile", scrive su Facebook.

"Questa sera il ministro Lucia Azzolina dice che 'nessun alunno sarà cacciato da scuola', e così smentisce il ministro Lucia Azzolina che solo venerdì scorso diceva 'abbiamo al momento il 15% di studenti che dobbiamo portare fuori dagli edifici scolastici'. Dal governo poche idee ma confuse", la contro-replica di Salvini



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.