Cerca

Vigili del fuoco, "ecco l'aumento degli stipendi"

POLITICA
Vigili del fuoco, ecco l'aumento degli stipendi

(Fotogramma)

"Ricordate la norma che distribuiva i 165 milioni di euro per l'aumento degli stipendi dei Vigili del Fuoco, che la Lega ha fatto saltare? Siamo riusciti ad inserirla nel decreto semplificazioni. Avevamo promesso che l'avremmo fatto con il primo provvedimento utile, e così è stato". Lo annuncia su Twitter il capo politico del M5S, Vito Crimi.


Le risorse da destinare ai vigili del fuoco sono da giorni al centro di prolungati botta e risposta tra M5S e Lega. "L’avevamo annunciata e qualche ora fa la buona notizia è arrivata: dopo tante promesse mancate, finalmente nel decreto Semplificazioni saranno distribuiti ai nostri Vigili del Fuoco quei 165 milioni che andranno a valorizzare il loro stipendio e, quindi il lavoro che - egregiamente e senza sottrarsi mai - svolgono per tutti noi. Ringrazio per questo il presidente Conte, il ministro dell’Interno Lamorgese, Luigi Di Maio e tutti i parlamentari che hanno lavorato giorno e notte per arrivare al risultato, così come ringrazio il Direttore del Corpo, l’ingegnere Dattilo, per la continua e proficua interlocuzione coi sindacati", dice il sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia.

"Abbiamo dovuto aspettare tre giorni in più del previsto per un episodio sgradevole in Commissione su cui non intendo ritornare, però oggi la valorizzazione dei nostri eroi delle emergenze è compiuta, grazie ad una modalità proficua di collaborazione: abbiamo condiviso il lavoro con tutti gli schieramenti politici, affinché i Vigili del Fuoco non diventassero patrimonio di una forza politica piuttosto che dell’altra. Questa modalità dovrebbe diventare il metodo per affrontare le sfide, importanti e numerose, che ci attendono", conclude.

"Crimi si auto applaude per avere recuperato nel Dl Semplificazioni la norma per l’equiparazione dei Vigili del fuoco? C’è poco da applaudire perchè hanno fatto passare ben sette mesi dallo stanziamento prima di presentare un articolo di legge per destinare i fondi. Se le cose saranno fatte correttamente, la Lega sosterrà la norma, come ha sempre fatto. Non ci piace trovare mescolato il provvedimento di equiparazione a norme che nulla c’entrano coi Vigili del fuoco in un decreto legge che al 99% sarà votato con l’ennesima fiducia, impedendo qualsiasi modifica. Dopo il pasticcio fatto dal M5S la scorsa settimana con un emendamento dichiarato inammissibile dalla commissione bilancio della Camera, il governo avrebbe dovuto presentare un decreto legge specifico sui Vigili del fuoco utilizzare il disegno di legge pronto in Senato sui Vigili del fuoco per correttezza e trasparenza", dice il senatore della Lega Stefano Candiani, già sottosegretario all'Interno col ministro Salvini.

"Questo avevo proposto a Crimi nelle scorse ore. La Lega sosterrà comunque la norma, ma niente pasticci o giochini sottobanco: niente emendamenti che lievitano all’ultimo istante, di nascosto, da una a trenta pagine, come hanno tentato maldestramente di fare i 5Stelle in commissione bilancio alla Camera, tenendo allo scuro delle scelte di ripartizione dei 165milioni anche sindacati dei Vigili del fuoco. Le scelte di ripartizione dei fondi tra personale operativo e non operativo dei Vigili del fuoco devono avvenire alla luce del sole, senza colpi di mano", conclude Candiani.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.