Cerca

Open Arms, De Falco: "Salvini era leader del governo"

POLITICA
Open Arms, De Falco: Salvini era leader del governo

"Non esiste alcuna possibilità di rinvenire corresponsabilità del presidente del Consiglio". Il senatore Gregorio De Falco interviene così a Palazzo Madama durante la discussione sul caso Open Arms.


"E' la terza volta che ci occupiamo del senatore Salvini e del modo in cui ha esercitato la funzione ministeriale. Dobbiamo occuparci di una questione che temporalmente si inquadra tra il 14 e il 20 agosto 2019, in questo arco temporale abbiamo una situazione politica abbastanza definita, perché dall'8 agosto il senatore Salvini aveva masochisticamente minacciato di staccare la spina ad un governo di cui, di fatto, era il leader. Era il leader e si vede dagli atti posti in essere, come il Decreto Sicurezza 2. Voleva staccare la spina, ma non ha avuto il coraggio di andare oltre e non si è dimesso", dice De Falco.

"Tutto afferiva al ministro dell'Interno. Nella cornice fattuale e giuridica non esiste alcuna possibilità di rinvenire corresponsabilità del presidente del Consiglio, che fa quello che può fare in termini di moral suasion: scrive una lettera al ministro Salvini invitandolo a far venir meno il reato più evidente che si sta compiendo con l'impedimento dello sbarco dei minori. Conte scrive a Salvini dicendo 'fai sbarcare almeno i minori'", prosegue. "Non bisogna accordarsi qui dentro perché 'prima o poi tocca a tutti'. Non siamo qui per difendere noi stessi", afferma ancora.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.