Cerca

Zingaretti: "Su taglio parlamentari Pd mantiene impegni, ora maggioranza rispetti gli accordi"

POLITICA
Zingaretti: Su taglio parlamentari Pd mantiene impegni, ora maggioranza rispetti gli accordi

(Fotogramma)

"Stiamo costruendo le condizioni affinché i patti che si erano stabiliti alla nascita di questo governo vengano rispettati, sono contento che si sia riaperta una grande discussione sul processo riformatore e siamo fiduciosi che gli impegni che insieme abbiamo sottoscritto porteranno alle riforme che abbiamo tutti auspicato. La nostra iniziativa sta aiutando e quindi continuiamo cosi'". Lo dichiara il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, rispondendo a una domanda sul referendum sul taglio dei parlamentari e sulla legge elettorale a margine dell'inaugurazione della Festa provinciale dell'Unità a Bologna.


"C'è un accordo – ha aggiunto - che ha portato alla nascita di questo governo che ha salvato l'Italia, che ha ricostruito una prospettiva politica in Europa, che per la prima volta consegnerà all'Italia oltre 200 miliardi per creare lavoro e che prevedeva il taglio dei parlamentari. Siamo persone perbene, che hanno mantenuto gli impegni. Ora tutta la maggioranza deve mantenerli. Quindi questa voglia anche della nostra base di costruire un processo riformatore per migliorare lo Stato e non accodarsi alla pulsione dell’antipolitica è corretto e giusto. Quando io ho un obiettivo politico che è quello di cambiare l’Italia lo perseguo fino alla fine ed è quello che stiamo facendo".

E Zingaretti è fiducioso. "Le parole di Di Maio sono la conferma positiva che dobbiamo continuare a batterci perché si riapra un progetto riformatore per migliorare e rafforzare le istituzioni. Questo è il nostro obiettivo, per questo stiamo combattendo e per questo a testa alta lavoriamo per cambiare le cose".

Quindi lancia bordate alla destra. "Salvini e Meloni sono i migliori a raccontare i problemi, ma sono i peggiori a risolverli. Siamo tornati alle grandi scelte - ha aggiunto - o di qua o di là, di qua coloro che vedono i problemi ma vogliono dare risposte e di là chi le paure le cavalca senza saper dare risposte".

Quanto alla ripartenza dopo i mesi più duri della pandemia dice: "Sono ottimista. Anche i dati oggi dell'industria ci confermano che le imprese e gli italiani vogliono tornare a vivere e vivere bene, a lavorare e a produrre. Noi siamo quella parte d'Italia che vuole andare incontro a questa voglia di italiani di riprendere la vita, ovviamente in sicurezza e ritornando a essere un Paese che produce ricchezza e crea lavoro".

"Per fortuna non governava Salvini e le destre – ha aggiunto -. Perché se avessero governato loro nessuna delle opportunità che oggi ha l'Italia si sarebbe probabilmente realizzata perché loro l'Europa la volevano picconare. Noi l'abbiamo cambiata".

"Con orgoglio possiamo dire - sottolinea Zingaretti - che siamo stati quella parte d'Italia che governa un Paese, prima democrazia in Occidente, che ha avuto il coraggio di guardare il dramma che stava arrivando e di mettere in sicurezza il futuro. C'è, invece, chi ha giocato sulle paure raccontando falsità". Noi non siamo il Brasile di Bolsonaro - ha aggiunto dalla festa dell'Unita' di Bologna - che ha fatto le fosse comuni nelle spiagge perché una classe politica si è assunta la responsabilità di dire la verità alle persone. Per fortuna l'Italia in questa emergenza non era governata da chi voleva picconare e distruggere l'Europa".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.