Cerca

Referendum, Centinaio: "Voto no, fake news che taglio parlamentari fa risparmiare"

POLITICA
Referendum, Centinaio: Voto no, fake news che taglio parlamentari fa risparmiare

(Uffiio stampa)

''Io voterò no. Non ho partecipato a nessuna votazione in Aula, al Senato, per non mettere in imbarazzo i colleghi e il partito''. Anche Gian Marco Centinaio, senatore della Lega, si schiera contro il taglio dei parlamentari e allarga il fronte del no all'interno del Carroccio. Dopo Giancarlo Giorgetti un altro big del partito spiega le ragioni della sua scelta all'Adnkronos: ''Sono fermamente convinto che questa non sia la riforma giusta della nostra Costituzione. Se vogliamo riformare il nostro Paese, bisogna riformarlo a 360 gradi in tutti gli organi costituzionali".


''E anche la fake news che i cittadini italiani con il Sì risparmieranno tantissimi soldi -sottolinea Centinaio- è smentita dal fatto che il risparmio vero sarà solo di un caffè all'anno, ovvero di meno di un euro per ogni cittadino...''. ''Non so nella Lega quanti parlamentari voteranno no, so solo che tanti colleghi non si esprimono e come al solito, come diceva Don Camillo Dio ti vede nell'urna, qualcun altro no...''.

Per Centinaio i tanti no non creeranno "nessun imbarazzo al leader Salvini" che ha già annunciato il suo sì: ''Matteo ha votato sì e per coerenza anche stavolta voterà sì, lasciando nello stesso tempo libertà di voto ai militanti della Lega''. Per l'ex ministro nessun problema neanche per il centrodestra che di fatto si ritrova spaccato, con Fdi schierato per il sì e Lega e Fi alle prese con un consistente 'fronte del no': '' Non penso che ci siano problemi di tenuta della coalizione su un referendum che gli italiani considerano marginale rispetto alla vita politica del nostro Paese: è una cosa che interessa solo alcuni dirigenti del Movimento cinque stelle, visto che tanti parlamentari 5S in sede separata confidano che voteranno no''.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.