Cerca

Di Battista: "Pd usa il Mes per spaccare il Movimento"

POLITICA
Di Battista: Pd usa il Mes per spaccare il Movimento

Fotogramma

"Che il Pd cerchi di spaccare il M5S non mi sconvolge. È la politica. Che lo faccia spingendo su uno strumento rischioso per l’Italia ed oltretutto meno efficace di altre azioni da mettere in campo sì. E tutto questo andrebbe detto con numeri e trattati alla mano. E’ nell’interesse dell’Italia del resto, ancor prima che del Movimento". Così Alessandro Di Battista, nel suo editoriale sul giornale online Tpi.it.


Nel lungo articolo, l'ex deputato grillino richiama le dichiarazioni pro Mes di Carlo Bonomi, Nicola Zingaretti, Romano Prodi, Carlo Cottarelli. "Sarà un problema mio, sarò malfidato, diffidente, un pazzo come sostiene il Professor Prodi, già liquidatore dell'industria pubblica italiana, ma per me il Mes assomiglia a quelle discoteche dove l'entrata è libera ma per uscire devi passare obbligatoriamente al bar per consumare - incalza Di Battista - Con un'aggravante, nel caso del Mes, trattati alla mano, non si ha alcuna certezza né sul numero e né sul costo delle consumazioni".

"Solo l’Italia è travolta da questi molestatori seriali che vorrebbero far crederci che il Mes sia la panacea di tutti i mali, una lotteria di capodanno dove tutti vincono senza dover neppure acquistare il biglietto. A costoro, tuttavia, del Mes in sé importa poco. Quello a cui aspirano - per l'espontente grillino - è standardizzare quell’anomalia della politica italiana che si chiama Movimento 5 Stelle". Per Di Battista, "l’Italia è un grande paese. Non ha alcun bisogno del Mes. Ha bisogno di finanziarsi sui mercati, come tutti gli altri Paesi del resto, collocando titoli a tassi di interesse sempre più bassi".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.