Cerca

Covid, Conte: "Rafforzare la sanità in tutto il mondo"

POLITICA
Covid, Conte: Rafforzare la sanità in tutto il mondo

"Occorrono investimenti mirati, volti a rafforzare i sistemi sanitari in tutto il mondo, sostenendo la resilienza ambientale e sociale ed evitando ulteriori perturbazioni economiche. È un compito arduo, ma l'Italia è pronta a fare la sua parte". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte al G20. "Devono ancora essere affrontati divari finanziari sostanziali e richiederanno strumenti e percorsi di finanziamento innovativi e un coinvolgimento attivo del settore privato".


LA LOTTA ALLA PANDEMIA - "Sono convinto che i nostri sforzi congiunti ci porteranno presto a un punto di svolta nella nostra lotta contro il Coronavirus. La nostra responsabilità, come leader, è fare di questo un punto di svolta per la capacità dell'umanità di rispondere, rapidamente ed efficacemente, alle crisi del futuro". "L'Italia ha lavorato intensamente allo sviluppo di strumenti e meccanismi per superare la pandemia e migliorare la preparazione globale. Basandoci su questi sforzi e su quelli guidati dalla Presidenza saudita, faremo di questi obiettivi priorità fondamentali della nostra prossima Presidenza del G20. Siamo pronti ad assumerci questa responsabilità. In questo spirito abbiamo deciso di ospitare il prossimo anno il 'Global Health Summit' in collaborazione con la Commissione Europea".

LE MISURE ADOTTATE - "La recrudescenza della pandemia in molte regioni richiede, ancora una volta, decisioni difficili da parte dei governi e importanti sacrifici da parte dei loro cittadini"."Nonostante questa triste realtà, la buona notizia è la nostra capacità di promuovere - e realizzare - una mobilitazione globale. Lo stesso G20 ha adottato misure senza precedenti e avviato meccanismi che hanno permesso di raggiungere traguardi importanti".

IL VACCINO - "Negli ultimi mesi, la comunità internazionale ha dovuto affrontare una pandemia senza precedenti nel secolo scorso, con impatti socioeconomici e sanitari sbalorditivi. Il bilancio delle vittime è salito a ben oltre un milione e l'Fmi ha previsto che 90 milioni di persone in più saranno cadute in povertà entro la fine del 2020". "Mentre continuiamo a combattere il virus e mentre accogliamo con favore le recenti notizie provenienti dalla ricerca sui vaccini, dobbiamo anche guardare avanti, al nostro futuro e al futuro delle giovani generazioni. Dobbiamo rafforzare la nostra collaborazione con le istituzioni multilaterali e renderle più efficaci, compresa un'Oms rafforzata".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.