cerca CERCA
Domenica 13 Giugno 2021
Aggiornato: 20:06
Temi caldi

Coronavirus, Fauci: "Pandemia tornerà in autunno"

10 giugno 2020 | 08.25
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp)

In autunno ci sarà una nuova ondata della pandemia. E' quanto prevede Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases, principale consigliere della Casa Bianca, che in un'intervista a La Stampa invita l'Europa a sviluppare un proprio vaccino. "Esistono diversi candidati, molti sostenuti dal governo Usa, e altri indipendenti. La fase 1 dei test è stata fatta molto presto, e la 3 inizierà nella prima metà di luglio. In autunno avremo abbastanza informazioni per sapere se i vaccini sono sicuri ed efficaci. La speranza è averli disponibili per la distribuzione tra fine anno e inizio del 2021. Siamo ottimisti, in base ai dati preliminari", afferma Fauci riguardo allo sviluppo di un vaccino per il Covid-19.

Quanto all'Europa e allo sviluppo di un proprio vaccino, lo scienziato Usa afferma: "Ha molti scienziati e compagnie buone, credo che dovrebbe cercare di farlo. I cinesi ci stanno provando, così come molte aziende americane, e americane-europee. La mia previsione è che avremo più di un vaccino, che potrà essere usato non solo nel paese che lo ha sviluppato, ma condividerlo con tutto il mondo".

Sul rischio di una seconda ondata della pandemia in autunno, Fauci afferma che "le future infezioni sono inevitabili. Bisogna avere personale, test e risorse per identificare i casi, isolarli e tracciare i contatti. Se lo faremo, quando avverranno le infezioni potremo evitare che diventino una seconda ondata". E se non la faremo, andrà peggio della prima? "E' possibile, ma è difficile dirlo ora", replica Fauci.

Sulla riapertura in corso in Italia, l'epidemiologo Usa ritiene che quanto si sta facendo "è giusto", ma "vi incoraggio ad usare prudenza. Quando riapri devi essere pronto a rispondere ad ogni incremento, perciò servono i test", afferma. Ma perché l'Italia è stata colpita così duramente? "Avevate molti visitatori cinesi, e l'infezione si è diffusa prima che sapeste cosa accadeva. C'è stata un'inflitrazione silenziosa, soprattutto al Nord", spiega. Quando torneremo alla normalità? "E' difficile prevedere, ma non quest' inverno. La soluzione vera è il vaccino, quindi non torneremo alla normalità almeno per un anno", prevede Fauci.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza