cerca CERCA
Lunedì 06 Dicembre 2021
Aggiornato: 13:34
Temi caldi

Fca: sale attesa a Cassino per nuova Alfa, addio Cig e assunzioni

17 giugno 2015 | 15.13
LETTURA: 2 minuti

I sindacati soddisfatti. "E' il risultato a cui puntavamo"

alternate text

Cresce l'attesa nello stabilimento Fca di Cassino in vista del 24 giugno, giorno in cui, ad Arese, Sergio Marchionne svelerà il nuovo modello di berlina dell'Alfa Romeo che verrà prodotto proprio nello stabilimento frusinate, dove attualmente è già in produzione l'Alfa Giulietta.

Il nuovo modello, negli annunci dell'azienda, porterà per lo stabilimento la fine della cassa integrazione e nuove assunzioni. "Siamo soddisfatti, è il risultato a cui puntavamo: la nuova produzione -spiega a Labitalia Francesco Giangrande, segretario provinciale della Uilm di Frosinone- dovrebbe iniziare a novembre, con le prove tecniche che dovrebbe partire per fine settembre-ottobre. E sono già in corso le selezioni per le 50 nuove assunzioni di giovani, in due tranche di 30 e 20, che Fca ha fissato inizialmente per il nuovo modello".

In questo momento, spiega Giangrande, "sono in corso, nella più stretta riservatezza, le prove con il 'pilotino' del modello, con assemblatori e verniciatori che realizzano un vero prodotto 'artigianale'".

Oggi Cassino conta oltre 4.000 dipendenti, ma tanti sono interessati dalla cassa integrazione. "Produciamo la Giulietta -spiega Giangrande- ma non riusciamo a saturare la produzione, con il nuovo modello l'obiettivo a regime è di far lavorare tutti. E, visto che Cassino produrrà anche gli altri modelli Alfa, la speranza è che ci sia una crescita degli addetti".

Il nuovo modello è atteso non solo dagli operai della fabbrica, ma anche dalle aziende, piccole e grandi, dell'indotto del territorio, che conta tra i 5.000 e i 6.000 addetti. "C'è una grande attesa e ottimismo per il futuro dello stabilimento -spiega a Labitalia Mirco Marsella, componente della segreteria provinciale della Fim Cisl Frosinone- e dell'intero territorio: dopo la crisi e la tanta cassa integrazione si guarda finalmente al futuro".

"E anche le tante aziende dell'indotto -conclude Marsella- si stanno riorganizzando e stanno adottando il Wcm (World Class Manufacturing), già adottato in Fiat".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza