cerca CERCA
Domenica 13 Giugno 2021
Aggiornato: 22:36
Temi caldi

Fca: sindacati, nuova attività logistica e sabati lavorativi a Mirafiori

04 novembre 2016 | 09.41
LETTURA: 3 minuti

alternate text

A partire da dicembre sarà avviata nello stabilimento Fca di Mirafiori una nuova attività logistica che coinvolgerà oltre un centinaio di lavoratori in contratto di solidarietà e che servirà la produzione dei modelli Maserati dell'area torinese, quindi anche quelli di Grugliasco. Lo ha annunciato ieri l'azienda nel corso di un incontro con le organizzazioni sindacali a della Carrozzeria di Mirafiori in cui è stato confermato anche  il ricorso a sabati lavorativi in straordinario sulla linea del Levante da domani al 17 dicembre per far fronte all'avvio del nuovo suv Maserati. A renderlo noto fonti sindacali. 

"La prevedibile stabilizzazione dei volumi del Levante è per noi la premessa, prevista dagli accordi, per allargare a tutta la Carrozzeria la solidarietà, e ridurre in questo modo le forti disparità tra i lavoratori in termini di ore lavorate - commenta per la Fiom il segretario provinciale, Federico Bellono - e, per quanto riguarda la nuova attività̀ di logistica, si tratta di una notizia positiva perché́ consente di aumentare i carichi di lavoro, ma che allo stesso tempo conferma la necessità di un nuovo investimento produttivo, per un modello che nel tempo sia in grado di sostituire la Mito e garantire la piena occupazione, promessa entro il 2018".

"L'attività di supporto logistico sia per Mirafiori sia per Grugliasco - aggiunge per la Fim Claudio Chiarle -  permetterà̀ di ridurre il numero degli esuberi e dei lavoratori in contratto di solidarietà a Mirafiori e la particolaritaà delle attività̀ consentirà soprattutto di riassorbire al lavoro a tempo pieno molti dei lavoratori che hanno problemi di salute e che non possono lavorare in linea o svolgere lavori faticosi. Con l’azienda stiamo realizzando, pianificando le attività̀, gli impegni che ci eravamo assunti sin dal gennaio del 2011 quando abbiamo chiesto un sì al referendum", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza