cerca CERCA
Domenica 19 Settembre 2021
Aggiornato: 11:54
Temi caldi

Fecondazione: Gallo, il Governo deve scegliere da che parte stare

11 giugno 2014 | 14.03
LETTURA: 2 minuti

Roma, 11 giu (Adnkronos Salute) - "Sulla legge 40 per la fecondazione assistita, il Governo deve scegliere da che parte stare". Dopo l'ultima sentenza della Corte Costituzionale, "ci sono altri divieti contro cui battersi: quello sulla donazione degli embrioni e sull'accesso alle coppie fertili. Renzi deve scegliere con chiarezza se difendere o no la legge 40". Lo ha chiesto Filomena Gallo, segretario nazionale dell'Associazione Luca Coscioni durante la conferenza stampa organizzata sulle motivazioni alla sentenza della Consulta che cancella il divieto di eterologa.

"Abbiamo capito la posizione che la ministra Beatrice Lorenzin ha preso nominando per il 18 giugno dinanzi alla grande Camera della Corte europea dei diritti dell'uomo Assuntina Morresi (difensore accanita della legge 40) nel caso di Adele Parrillo su embrioni alla ricerca. Ma il Governo Renzi ora è a un bivio: iscriversi tra i difensori di una legge violenta oppure adoperarsi per i malati, cancellando gli ultimi divieti imposti dalla legge 40. Ma deve farlo adesso, ricordando lo slogan della sua campagna elettorale. Non esiste un mandato politico che possa giustificare la posizione attuale", ha detto Gallo.

"Come abbiamo anche già chiesto con Marco Cappato, tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni, Renzi deve scegliere: se non prende ora una posizione vuol dire che ha scelto la linea di difesa della legge 40 contro le coppie che vogliono un figlio nel proprio Paese, contro l'autodeterminazione e la libertà di ricerca scientifica", ha concluso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza