cerca CERCA
Lunedì 18 Ottobre 2021
Aggiornato: 16:45
Temi caldi

Fecondazione: Pontificia Accademia Vita, sconcerto e timori per conseguenze

09 aprile 2014 | 14.23
LETTURA: 2 minuti

Roma, 9 apr. (Adnkronos Salute) - La dichiarazione di illegittimità constituzionale del divieto di eterologa "suscita molto sconcerto e gravi perplessità, perché questo divieto determinava una serie di garanzie soprattutto per il nascituro, a tutela della chiara identità dei genitori, con le relative responsabilità. La possibilità che ci sia una terza figura, spesso maschile, quindi una distinzione tra paternità biologica e una affettiva e sociale, nella stessa coppia crea dei problemi". Così monsignor Renzo Pegoraro, Cancelliere della Pontificia Accademia per la Vita, commenta all'Adnkronos il pronunciamento della Corte Costituzionale sulla legge 40 in materia di fecondazione eterologa.

Una decisione, quella della Consulta, che secondo Monsignor Pegoraro "comporterà una cascata di conseguenze difficili da gestire", oltre che "molti problemi per la tutela del nascituro, l'equilibrio della coppia, nonchè conseguenze di carattere giuridico". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza