cerca CERCA
Giovedì 22 Aprile 2021
Aggiornato: 16:01
Temi caldi

Federlegnoarredo, parte da Udine ciclo incontri sul territorio con Federlegnoarredo

25 marzo 2021 | 15.49
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Un incontro con gli imprenditori friulani del settore, con l’obiettivo di rafforzare l’azione di ascolto e di confronto con la base associativa. È questo il senso di “Visione e Azione: a tu per tu con FederlegnoArredo”, il ciclo di incontri sul territorio nazionale che vedranno il presidente di FederlegnoArredo, Claudio Feltrin, dialogare con gli associati nei principali distretti della filiera, perché è proprio da chi vive nel quotidiano problematiche e criticità che possono arrivare gli elementi necessari per incidere davvero nelle scelte.

L’iniziativa, organizzata in collaborazione con Confindustria Udine, è stata anche l’occasione per fare il punto su come il Friuli Venezia Giulia abbia saputo rispondere a un anno complicato e imprevedibile come il 2020.

“I dati del nostro centro Studi - spiega Feltrin - evidenziano come, con un fatturato complessivo pari a circa 3,6 miliardi di euro, di cui 2,7 per l’arredo e poco più di 900 milioni per il legno, il Friuli Venezia Giulia sia la terza regione per esportazioni soprattutto per quanto riguarda l'arredo, mentre per il legno risulta essere quarta. Cifre importanti che fotografano la centralità di questo territorio, ricco di eccellenze del nostro Made in Italy e geograficamente collocato in una posizione strategica che lo rende crocevia fondamentale per l’intero settore. ‘Visione e Azione’ -conclude- sono le parole chiave per una Federazione in grado di stare al passo con i tempi e svolgere al meglio il ruolo che le compete: fornire strumenti utili, che siano al contempo pratici e strategici alle aziende associate. Volgendo lo sguardo anche verso quelle che potrebbero esserlo domani”.

L’importanza del distretto si riflette anche nella sua rappresentanza all’interno di FederlegnoArredo con la nomina di Paolo Fantoni, quale vicepresidente vicario, nonché presidente di Assopannelli; del past presidente di Assolegno, Marco Vidoni oggi membro del consiglio generale di FLA e consigliere incaricato del Gruppo Prime Lavorazioni Legno; di Edi Snaidero fresco di nomina alla guida di Efic e consigliere incaricato del gruppo Cucine di Assarredo e di Alessandro Calcaterra, presidente di Fedecomlegno.

In Fvg l'export della filiera Legno-Arredo nei primi 9 mesi del 2020 ha segnato un -17,3% con un recupero negli ultimi tre mesi (-2,1% lug-set 2020) dopo una perdita del -36,4% nel periodo aprile-giugno 2020. L'export del macro sistema Arredamento nel medesimo periodo chiude a -17,2%: nello specifico -15,3% il mobile e -33,9% l'illuminazione. Il recupero di luglio-settembre 2020 è un +0,4% per il mobile e -18,1% per l'Illuminazione.

L'export del macro sistema Legno chiude a -18,3%, ma cresce dell’11,3% verso la Germania e del +90,3% in Arabia Saudita nei primi 9 mesi del 2020. Tra le prime 10 destinazioni di export di mobili friulani andamenti positivi verso la Russia (+11,6%), la Polonia (+8,6%) e la Danimarca (+9,8%) rispettivamente settimo, ottavo e decimo paese. In aumento del +3,7% le esportazioni di illuminazione friulane verso la Francia. La Germania supera il Regno Unito e diventa così il primo paese importatore sia di arredi che di legno e prodotti in legno del Friuli. Pordenone risulta essere la provincia più significativa per le esportazioni di Legno-Arredo con andamenti meno negativi rispetto alle altre province nei primi 9 mesi del 2020 (-11,2%).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza