cerca CERCA
Lunedì 16 Maggio 2022
Aggiornato: 21:23
Temi caldi

Pensioni: Federmanager, pronti a via giudiziaria su scelte governo

12 maggio 2015 | 16.28
LETTURA: 3 minuti

Il direttore Cardoni, lesi diritti pensionati, sentenze si applicano, interpretarle è errore enorme.

alternate text

"Noi abbiamo fatto questa operazione" di ricorso "non per gioco ma perchè crediamo siano stati veramente lesi i diritti dei pensionati. Tutto dipenderà da quelli che sono i parametri che il governo metterà. In funzione di come si comporterà è chiaro che noi valuteremo anche la possibilità di proseguire questa iniziativa, e, visto che la politica da questo punto di vista è sorda, lo faremo attraverso la via giudiziaria". Così Mario Cardoni, direttore generale di Federmanager, con Labitalia, sulle scelte del governo dopo la sentenza della Corte Costituzionale sul blocco della perequazione delle pensioni. Federmanager aveva presentato ricorso alla Consulta sul blocco deciso dal governo Monti.

Per Cardoni, "le sentenze della Corte Costituzionale devono essere applicate per tutti, 'erga omnes', e dovrebbero essere applicate immediatamente". "Se il governo invece ritiene di fare delle limitazioni, di escludere qualcuno, a nostro avviso - avverte - farebbe un errore enorme, perchè interpretare le sentenze credo che non sia un'operazione giusta".

Secondo Federmanager, tutto dipenderà dalle prossime mosse dell'esecutivo. "Dipenderà comunque da quello che il governo farà: è evidente che l'esecutivo -spiega Cardoni- deve stare attento a quelli che sono i principi indicati dalla Corte Costituzionale non solo in questa sentenza, ma anche in quella precedente del 2010".

Federmanager negli anni ha più volte posto il problema del blocco delle pensioni. "Secondo noi, il problema è strutturale -continua Cardoni- e va affrontato in termini seri e di politica economica".

"Noi abbiamo reagito, ed è la seconda volta che lo facciamo, perchè abbiamo già subito come categoria -continua Cardoni- quattro blocchi di perequazione totale e ripetuti blocchi parziali. E questa battaglia che noi abbiamo fatto non riguarda solo le persone che rappresentiamo ma una platea ben più ampia. Una battaglia di legittimità, di certezza del diritto. Gli impegni che lo Stato prende nei confronti di un cittadino -sottolinea Cardoni- non possono essere cambiati senza avere peraltro delle finalità ben indicate".

E, in conclusione, per Federmanager, le risorse, anche se ingenti, si possono recuperare "nei tanti rivoli di spesa pubblica improduttiva", conclude Cardoni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza