cerca CERCA
Venerdì 15 Ottobre 2021
Aggiornato: 20:32
Temi caldi

'Festival di Ostia Antica' al Teatro Romano con Popolizio, Lillo & Greg e omaggi a Dalla, Battisti, Dylan

25 giugno 2021 | 17.03
LETTURA: 2 minuti

Dal 2 luglio al 19 settembre, fra gli artisti anche Riccardo Rossi, Max Giusti, Antonio Giuliani

alternate text
Il Teatro Romano a Ostia Antica - (foto AdnKronos)

Terrà banco dal 2 luglio al 19 settembre il 'Festival di Ostia Antica' al Teatro Romano. Il cartellone fitto di eventi sarà inaugurato da Europa Incanto Orchestra la Sinfonia n. 5 in do minore Op. 67 di Ludwig van Beethoven e sarà chiuso da Andrea Pennacchi. Fra l'apertura e la chiusura del sipario, diverse proposte teatrali e musicali e non solo: dal 'Supermagic' di 8, 9 e 10 luglio al 'Grande cinema in concerto' del 16, da 'Lucio + Lucio' omaggio a Dalla e Battisti del 21 all'omaggio a Barry White del 22 e a Franco Califano del 24 luglio, per chiudere il mese con le performance il 30 di Antonio Giuliani e il 31 di Max Giusti.

Ad agosto, fra gli appuntamenti più attesi senza dubbio 'La caduta di Troia' con Massimo Popolizio il primo del mese, i 'Carmina Burana' al femminile di Carl Orff il 5, la serata evento dell'8 dedicata a Pino Daniele. Mentre settembre si apre il 3 con Riccardo Rossi e il suo 'W le donne' per proseguire il 4 con l'omaggio a Bob Dylan, l'8 con la piece 'Che coppia noi tre' e il trio formato da Francesco Paolantoni, Biagio Izzo e Stefano De Martino, il 9 con il tributo ai Led Zeppelin, il 12 e 13 con Valerio Lundini e 'Il mansplaining spiegato a mia figlia' e il 17 con la coppia Lillo & Greg e il loro 'Best Of', prima di chiudere idealmente il sipario il 19 settembre con 'Pojana e i suoi fratelli' e Andrea Pennacchi.

"Il Teatro Romano di Ostia Antica torna a dispensare musica e allegria - annuncia Alessandro D'Alessio, direttore del Parco archeologico di Ostia Antica - La stagione estiva 2021 presenta un cartellone eccezionale, che grazie alla varietà di generi e alla presenza di artisti affermati garantisce soddisfazione per qualunque spettatore. A tutti posso già promettere un rifugio sicuro dall'afa romana ma la brezza marina che s'alza dopo il tramonto regalerà persino qualche brivido di freddo. Non più di mille persone per spettacolo, un terzo della capienza effettiva del teatro, sperando sia l'ultimo tributo all'odioso virus del Covid".

(di Enzo Bonaiuto)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza