cerca CERCA
Martedì 24 Maggio 2022
Aggiornato: 11:04
Temi caldi

Fiat Melfi, firmata intesa per garantire occupazione nell'indotto

26 giugno 2014 | 14.23
LETTURA: 2 minuti

Positivo il giudizio della Uilm: vengono garantiti i livelli occupazionali esistenti ''attraverso una nuova organizzazione del lavoro'' che ''contribuirà a favorire il lancio produttivo della nuova Jeep Renegade e della 500X assicurando i livelli produttivi richiesti dal mercato''

alternate text

Nella tarda serata di ieri, presso la sede della Confindustria Basilicata, è stata firmata l'ipotesi di accordo per i 1650 lavoratori delle 12 aziende dell'indotto della Fiat di Melfi (Consorzio Acm) che producono la componentistica per la realizzazione delle autovetture. La trattativa è partita dopo la comunicazione del Consorzio Acm di disdetta unilaterale di di tutti gli accordi sindacali ed e' durata circa tre mesi. Sull'intesa e' positivo il giudizio della Uilm perché vengono garantiti i livelli occupazionali esistenti ''attraverso una nuova organizzazione del lavoro'' che ''contribuirà a favorire il lancio produttivo della nuova Jeep Renegade e della 500X assicurando i livelli produttivi richiesti dal mercato''.

''Un primo grande obiettivo raggiunto con l'accordo - commenta Marco Lomio, segretario generale della Uilm Basilicata - e' sicuramente rappresentato dalla salvaguardia dei livelli occupazionali''. Inoltre si procede ''nella direzione di una giusta ed improcrastinabile armonizzazione salariale tra i lavoratori Acm ed i colleghi della Fiat Sata (ora Fiat Chrysler), resa possibile anche e soprattutto attraverso il riconoscimento dell'accresciuta professionalità che si determinerà in seguito all'applicazione, anche nelle aziende dell'indotto, delle nuove metodologie di lavoro legate all'applicazione del Wcm (World Class Manufacturing)''.

La parola passera' alle assemblee dei lavoratori per la ratifica. Intanto la Uilm guarda avanti e chiede un ruolo maggiore del Campus Tecnologico Fiat per realizzare a Melfi la produzione di modelli ad elevata tecnologia ed innovazione come l'auto elettrico-ibrida e per lo studio di progetti alternativi all'idrogeno.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza