cerca CERCA
Sabato 29 Gennaio 2022
Aggiornato: 00:15
Temi caldi

Finmeccanica: in 2013 torna utile per 74 mln, ordini +11%

19 marzo 2014 | 19.56
LETTURA: 2 minuti

Tornano in nero i conti di Finmeccanica. Dopo un biennio di ''significative perdite'', la holding dell'aerospazio e difesa archivia l'esercizio 2013 all'insegna di un risultato netto positivo per 74 milioni di euro che si confronta con le perdite di 792 milioni del 2012. In crescita gli ordini pari a 17.571 milioni di euro rispetto a 15.869 milioni di euro dell'esercizio 2012, grazie alla performance del settore Aerospazio e Difesa significativamente superiore a quella del 2012. Per effetto di tale andamento il ''book-to-bill'' (rapporto ordini/ricavi) è tornato superiore a uno (1,10).·

Il portafoglio ordini si attesta a 42.697 milioni di euro rispetto a 44.908 milioni di euro del 2012: la contrazione è dovuta al deconsolidamento di Ansaldo Energia. La consistenza del portafoglio garantisce al Gruppo una copertura equivalente a circa due anni e mezzo di produzione. I ricavi sono pari a 16.033 milioni di euro rispetto a 16.504 milioni di euro dell'esercizio 2012, in lieve calo per effetto della contrazione dei budget della Difesa sia in Europa che negli USA.

L'ebita evidenzia una contenuta riduzione (949 milioni di euro del 2013 a fronte dei 1.006 milioni di euro del 2012), a causa del peggiore andamento di AnsaldoBreda e al persistere di difficoltà in alcune aree di Selex ES (Air Traffic Control), riduzione parzialmente compensata dagli effetti positivi dei piani di ristrutturazione ed efficientamento, che hanno consentito il miglioramento della redditività operativa del settore Aerospazio e Difesa dal 7,3% al 7,5% dei ricavi. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza