cerca CERCA
Sabato 21 Maggio 2022
Aggiornato: 10:23
Temi caldi

Firenze: calci e pugni alla compagna, arrestato maestro arti marziali

13 febbraio 2014 | 15.57
LETTURA: 2 minuti

Un istruttore di arti marziali, 37 anni, in preda ad un raptus, ha aggredito la compagna, con calci e pugni, e distrugge mobili all'interno di casa sua. L'uomo e' stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

in seguito ad una segnalazioni di cittadini per una lite furiosa in famiglia alla centrale operativa del comando provinciale di Firenze, i militari sono recati verso un palazzo della zona Peretola e quando sono arrivati un'autovettura Fiat 500 si stava allontanando a gran velocita'. All'interno della vettura c'erano l'uomo e la sua convivente, con il volto tumefatto e completamente sporco di sangue. Ai carabinieri la donna ha riferito che, per una banale lite, il convivente l'aveva aggredita, con pugni e calci. I carabinieri hanno invitato l'uomo alla calma ed a fornire un documento di riconoscimento. Durante il sopralluogo in casa, i militari hanno constatato la presenza di varie macchie di sangue lungo le scale del condominio, fino alla porta di ingresso dell'abitazione. Una volta all'interno si sono trovati dinanzi ad una scena raccapricciante con altrettante macchie di sangue sul pavimento, l'appartamento a soqquadro con vari arredi scassati e la porta della camera sfondata.

I sanitari del 118 hanno accompagnavano la donna all'ospedale, dove le e' stata diagnosticata la frattura delle ossa nasali con prognosi di 30 giorni. Le indagini dei carabinieri hanno verificato che anche in passato il trentasettenne maestro di arti marziali era stato accusato di violenze. E' stato arresto con l'accusa del reato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate e tradotto al carcere di Sollicciano.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza