cerca CERCA
Giovedì 15 Aprile 2021
Aggiornato: 00:42
Temi caldi

Fiumicino, primo aereo covid free sbarcato dagli Usa

09 dicembre 2020 | 08.55
LETTURA: 2 minuti

alternate text

È sbarcato a Fiumicino il primo volo covid free dagli Usa. Tampone in partenza negli Stati Uniti per tutti i passeggeri, secondo test rapido all’interno dell’aeroporto di Roma e, soprattutto, niente più obbligo di quarantena all’arrivo in Italia - consentito solo per motivi di salute, lavoro o residenza - per chi arriva dagli States.

Un’iniziativa fortemente voluta da Aeroporti di Roma per riprendere i contatti con gli Usa interrotti con il coronavirus. Quello appena sbarcato è infatti il primo volo covid free dopo l’accordo stipulato da Adr, appunto, Alitalia e Delta per creare un corridoio pulito. Senza alcun rischio di contrarre il coronavirus.

Tutti i passeggeri sbarcati a Roma dal volo Alitalia, che hanno viaggiato indossando la mascherina per tutta la durata del volo, si sono infatti sottoposti al tampone rapido in un corridoio “sicuro” creato appositamente in aeroporto.

“Ho fatto un test prima di partire a New York, ho cittadinanza anche italiana e passerò il Natale qui - ha detto all’Adnkronos un passeggero - almeno il rapido qui non costa, negli Usa l’ho pagato 60 euro privatamente. Tra mezz’ora saprò il risultato”. Un’iniziativa apprezzata dai passeggeri e un modo, sicuramente, per tornare a volare in sicurezza.

"Una sperimentazione straordinaria che riaccende la speranza sul traffico aereo, sulla mobilità e sull’economia in tempo di covid. Il nemico ricordiamoci sempre è il virus, non le norme istituite per fermarlo e sconfiggerlo - ha detto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, presente oggi a Fiumicino - Questo volo rappresenta un modo per non perdere fiducia, in attesa della diffusione del vaccino, si può riprendere a vivere e guardare al futuro, attuando sempre protocolli e regole".

"Sei voli settimanali da New York sono previsti - ha aggiunto Zingaretti - un primato importante per Roma, per l’Italia, in piena sicurezza. Vedremo con lo Spallanzani, Adr e il governo come implementarli e, se la sperimentazione funzionerà, come diffondere questo strumento. Una vera e propria boccata di ossigeno per il traffico aereo".

"Ci vorranno anni per uscire definitivamente da questa situazione - ha dichiarato l'amministratore delegato di Aeroporti di Roma, Marco Troncone - Bisogna convivere con il virus, trovare ricette compatibili come questa che diano possibilità di mobilità. In questo volo proveniente da New York, i passeggeri non dovranno fare la quarantena essendosi sottoposti a due tamponi, uno in entrata e uno in uscita. L’idea è di estendere questo esperimento anche ad altre regioni italiane e ad altre compagnie".

Il direttore sanitario dello Spallanzani Francesco Vaia ha parlato di "naturale evoluzione di una strategia attuata da tempo. I comportamenti individuali devono essere accompagnati da azioni di sistema come questa, ovvero fermare il contagio nei trasporti. Così facendo nessuno si imbarca se positivo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza