cerca CERCA
Domenica 28 Novembre 2021
Aggiornato: 11:41
Temi caldi

Fisco

"Flat tax? Per me è un mistero"

26 luglio 2019 | 11.09
LETTURA: 3 minuti

La parole del vicepremier Luigi Di Maio: "Intanto sto lavorando al cuneo fiscale, ho trovato 4 miliardi". La replica di Salvini: "Bisogna avere pazienza..."

alternate text
(Fotogramma)

"La flat tax è ancora un mistero per me, ieri si parlava della flat tax volontaria". A rilevarlo è il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo, Luigi Di Maio, parlando a SkyTg24. "Lo dico col massimo della collaborazione perché se si abbassano le tasse sono contentissimo però ancora non ho visto le coperture", spiega ancora Di Maio, che ribadisce: "Ieri si parlava di una flat tax volontaria ma non ho capito che cosa significhi, perché se ci abbassi le tasse siamo tutti volontari e vogliamo farci abbassare le tasse. Vedremo".

E mentre si spinge per una flat tax, "io intanto sto lavorando al cuneo fiscale che sembra una figura leggendaria", scandisce il vicepremier. "Vogliamo mettere più soldi in busta paga alle persone", spiega quindi Di Maio che, per spingere sui contratti di lavoro stabili illustra la sua "proposta da 4 miliardi, ho trovato le risorse per far sì che quando un imprenditore assume a tempo indeterminato, non debba pagare la percentuale per la Naspi, l'indennità di disoccupazione che si dà alle persone che vengono licenziate".

"Quando governi - dice poi in riferimento ai rapporti con la Lega di Salvini - non puoi sempre prendertela con qualcuno: devi fare. Se a loro non vanno bene i 4 miliardi che ho trovato per abbassare il cuneo fiscale e ne vogliono mettere 10 miliardi li trovino pure. Io ho trovato i 4 miliardi di euro che servono per abbassare il cuneo fiscale".

"Io ho trovato i 4 miliardi per cominciare a tagliare il cuneo fiscale e quindi cominciare a togliere le tasse sulle buste paga degli italiani ma soprattutto sull'assunzione da parte degli imprenditori", ha aggiunto Di Maio. "Credo che nessuno non voglia abbassare le tasse agli italiani. Lavoriamo tutti insieme, non è una questione di aut aut. Chi è che sta dicendo no alziamo le tasse", ha poi spiegato, rispondendo alla sollecitazione se su questo punto 'non cederà'. "Io - ha proseguito Di Maio - ho cominciato ad abbassare le tasse e vorrei portare avanti una misura realistica. Se dall'altra parte ce ne sono di più di soldi, ricordo a tutti che dobbiamo trovare i soldi per evitare l'aumento dell'Iva, e li troveremo, quelli per abbassare il cuneo fiscale perché facciamo risparmiare 4 miliardi alle imprese e possiamo passare al salario minimo".

La replica di Salvini non si fa attendere: "Bisogna avere pazienza, mi sono dotato di un'enorme pazienza da quando ho iniziato a fare il ministro". Anche con Tria? "Anche con Tria, perché quando dice ‘su flat tax vedremo, chi vivrà vedrà’ no. La Lega sta al governo se possiamo tagliare le tasse per tanti italiani, stare al governo per il gusto di starci non mi interessa".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza