cerca CERCA
Lunedì 23 Maggio 2022
Aggiornato: 09:33
Temi caldi

Foggia, perseguita e minaccia ex compagna e suoi familiari: arrestato

18 marzo 2014 | 18.26
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Non accettava la separazione dalla sua compagna e cosi' ha perseguitato lei e i suoi familiari continuamente aggrediti e minacciati: i carabinieri della Stazione di San Paolo di Civitate hanno arrestato, su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Foggia, P.I., 28 anni, di Cagnano Varano, ritenuto responsabile dei reati di atti persecutori, lesioni personali, minacce, ingiuria, diffamazione e percosse. La vittima, stanca delle continue vessazioni subite, ad agosto scorso ha presentato denuncia ai carabinieri. I due si erano conosciuti tramite Facebook.

Dopo una breve relazione, la giovane donna ha interrotto il rapporto a causa del carattere litigioso e violento del fidanzato e della sua eccessiva gelosia. Molti gli episodi in occasione dei quali la donna, dopo essere stata a lungo pedinata per le vie cittadine, e' stata ingiuriata ed apostrofata con epiteti volgari; continue le chiamate ricevute sul cellulare e numerosi gli appostamenti sotto casa di lei, tanto da non permetterle di uscire. Lo stalker in piu' di una occasione l'ha minacciata di morte, vantandosi di avere con se' un coltello e di conoscere la mafia sanseverese; pesanti anche le diffamazioni verso la vittima e i suoi familiari, attuate mediante scritte murali, via internet e recapitando loro 'pizzini' ingiuriosi e minacciosi.

Le denunce della donna sono state verificate dai Carabinieri di San Paolo di Civitate mediante testimoni, immagini ed il sequestro dei pizzini.

I ripetuti comportamenti violenti ed assillanti ormai avevano causato nella donna un grave stato d'ansia e di paura generando in lei un timore per l'incolumita' propria e dei suoi familiari. Aveva cambiato abitudini. L'uomo e' stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza