cerca CERCA
Giovedì 28 Ottobre 2021
Aggiornato: 15:26
Temi caldi

Fonsai, Mediobanca valuta azione contro i Ligresti

31 ottobre 2017 | 18.09
LETTURA: 3 minuti

alternate text
- FOTOGRAMMA

Mediobanca starebbe valutando un'azione legale e la possibilità di chiedere i danni ai Ligresti per un'eventuale responsabilità nel dissesto Premafin, società poi confluita nel 2012 insieme a Fonsai e Milano Assicurazioni in UnipolSai. "Una possibilità in corso di analisi", ora sul tavolo degli avvocati di Piazzetta Cuccia, a quanto apprende l'Adnkronos. Un'ipotesi su cui la riflessione è ancora aperta e che potrebbe essere più concreta dopo che sono state rese note, lo scorso aprile, le motivazioni dei giudici torinesi che hanno condannato, tra gli altri, Salvatore e Jonella Ligresti, accusati di falso in bilancio e aggiotaggio informativo.

La tesi dei legali dell'istituto bancario è che se il bilancio Fonsai è falso, come ritiene la sentenza, lo è anche quello di Premafin: per la holding della famiglia Ligresti il tema riguarda la ristrutturazione del debito. "Mediobanca - spiega l'amministratore delegato, Alberto Nagel - si riserva ogni valutazione riguardo l'operato relativo alla gestione di Premafin nel periodo precedente al dissesto". Queste parole pronunciate nell'ultima assemblea suonano, di fatto, una replica a distanza alle ultime mosse delle figlie dell'Ingegnere.

Lo scorso maggio, Giulia e Jonella Ligresti, con una lettera indirizzata a Mediobanca e a casa Nagel, hanno rinnovato la richiesta di risarcimento - pari a circa 60 milioni di euro - per non aver rispettato le promesse contenute nel 'papello', il documento con i desiderata della famiglia finita al centro dell'inchiesta Fonsai.

Come già avvenuto nel 2012, Mediobanca ha subito rigettato "ogni pretesa a riguardo la cifra indicata", ma ora potrebbe passare al contrattacco: alle lettere firmate Ligresti, l'ipotesi che verrebbe valutata in Piazzetta Cuccia è di rispondere nelle aule di tribunale mettendo in discussione la gestione di Premafin. Al momento sull'eventuale azione legale e sull'ipotesi di richiesta danni provocati dai vertici - nei guai potrebbe finire l'intero cda dell'epoca della holding dei Ligresti - non c'è nessuna certezza, né cifra ufficiale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza