cerca CERCA
Sabato 16 Gennaio 2021
Aggiornato: 12:46

Fonti intelligence: "Possibile esplosione magazzino armi Hezbollah"

04 agosto 2020 | 22.48
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Afp)
Beirut, 4 ago. (Adnkronos)

L'esplosione di un magazzino di armi di Hezbollah. E' questa l'ipotesi che più fonti di intelligence occidentali formulano quale causa della devastante esplosione al porto di Beirut, che ha sconvolto gran parte della capitale libanese. Secondo quanto apprende l'Adnkronos, ad esplodere quindi, secondo quanto finora comunicato ufficialmente, non sarebbe stato un deposito di fuochi di artificio o un vasto quantitativo di nitrato di ammonio, come riferito dal ministro dell'Interno libanese Mohamed Fehmi, ma un deposito di armi delle milizie sciite libanesi filo iraniane. Secondo l'ultimo bilancio tracciato dal ministro della Sanità libanese Hamad Hassan, l'esplosione ha causato almeno 50 morti e circa 2.750 feriti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza