cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 04:04
Temi caldi

Incidente aereo

"Forse morti tenendosi per mano", parla figlio coniugi aretini

11 marzo 2019 | 12.14
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Immagine di repertorio (Xinhua)

"Il dispiacere è immenso, aver perso i genitori in un solo momento ha dell'incredibile, cogliendo me e miei fratelli impreparati. Erano persone stupende che saranno sicuramente ricordate da molti e a moltissimi altri di più mancheranno sia come essere umani ma soprattutto come speranza di vita per loro stessi e le loro famiglie. Prego per tutti questi piccoli di Dio che hanno perso il Dottor Carlo e Mamma Gabriella". Così Marco Spini, uno dei figli dei coniugi aretini Carlo Spini e Gabriella Vigiani, volontari dell'associazione Africa Tremila, parla dei genitori morti tragicamente nell'incidente aereo in Etiopia.

"Ho sentito una suora kenyota erano disperati. Facevano un lavoro immenso che non tutti conoscevano, poco anche io devo dire: lo facevano in silenzio senza farsi pubblicità - racconta Marco Spini in un post su Facebook - Spero che i loro sacrifici non si disperdano così veloci come sono volate via le loro vite".

"So che il babbo avrebbe tenuto tantissimo a dare risalto al grandissimo lavoro della mamma: noi di casa che vivevamo con loro questa esperienza di vita sappiamo bene che niente sarebbe potuto succedere se non ci fosse stata lei dietro - sottolinea il figlio Marco - Era una donna di una forza straordinaria, di un coraggio cristallino, altruista fino a donare il proprio marito che ha amato fino alla morte e che dal quale ne ha ricevuto altrettanto insieme a rispetto e adorazione".

"Probabilmente il babbo e la mamma erano seduti vicino in quella bara di metallo, e saranno morti tenendosi per mano, avendo l'ultimo pensiero per noi figli e i loro nipoti - si sofferma il figlio Marco - Nessuno può conoscere i piani di Dio e certamente non ha bisogno dei miei consigli, ma se oggi non siete insieme in paradiso non so chi altro potrebbe esserci. Continuerete ad amarci e supportarci da lassù come avete sempre fatto e noi non vi dimenticheremo mai. Vi amo tanto".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza