cerca CERCA
Martedì 04 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Enogastronomia: fra crudismo e sostenibilità a Roma bistrot raw vegan

15 giugno 2016 | 15.52
LETTURA: 4 minuti

alternate text

'Solo Crudo', il primo locale completamente raw vegan di Roma, dopo la partenza a giugno del 2015, raddoppia a Prati con un elegante bistrot natural chic. Un progetto di quattro giovani imprenditori, particolarmente attenti alle dinamiche ambientali, che è andato subito oltre l’ambito della cucina, abbracciando uno stile di vita e un modo diverso di guardare al cibo come fonte di gioia e di benessere. Questo genere di ristorazione, che mancava a Roma fino a un anno fa, ora è una importante realtà, trasformatasi da nicchia a tendenza inarrestabile. Proprio per questo, 'Solo Crudo' ha colto il segnale e ha deciso di espandersi.

Il progetto del primo 'Solo Crudo' parte da lontano, dalla scelta delle materie prime e dei materiali che le circondano, tutti rigorosamente di recupero, ecologici e riciclabili. 'Solo Crudo Bistrot' è un locale dall'atmosfera calda e leggera, grazie all'uso di legno naturale e di maioliche dipinte a mano nei colori tenui del verde e del bianco, curato dall'architetto Gian Luca Gentili. Un’ampia cucina a vista, capitanata da Riccardo Rossetti, ospita gli chef, due dei quali, Valerio Foglia e Federico Mauceri, lavorano già nel locale ai Parioli.

Riccardo Rossetti, ideatore del menù e creatore di tutti i piatti di 'Solo Crudo', vanta una serie di importanti esperienze nel mondo della ristorazione: ha lavorato da Antica Pesa a New York, ha affiancato Igles Corelli e Pietro Lemann, e ha fatto uno stage in Giappone presso Kitcho, 3 stelle Michelin. Valerio e Federico hanno seguito percorsi diversi, ma condividono la stessa filosofia, con l’approccio creativo e innovativo: Federico, il più giovane dei tre (21 anni), è il 'pupillo' della chef crudista Elena dal Forno; Valerio ha iniziato il suo percorso come chef tradizionale per poi scegliere di abbracciare il crudismo vegano.

Il menù di 'Solo Crudo Bistrot' sarà costantemente aggiornato e rinnovato, seguendo le stagioni e l’estro degli chef. Non mancheranno i classici del giorno: spaghetti di zucchine con salsa di pomodoro o tartare di avocado e funghi, ma ci sarà un ampio spazio dedicato alle nuove creazioni, come macedonia di verdure all’orientale, ravioli mediterranei, burger, o fiori di zucca con formaggio vegan. Ci sarà da stupirsi gustando una 'pizza Margherita' crudista o una selezione di formaggi raw. Cannoli alla fragola, tortino di cioccolato o millefoglie di ananas attendono gli amanti dei dolci.

Per chi ama vino e birra, nel menù di 'Solo Crudo' ci sono bevande rigorosamente biologiche. Delle birre artigianali, come Bibock la Prepotenza, cruda, a bassa fermentazione, oppure una selezione di vini ad hoc, come Erbaceo Colli della Murgia, Orsogna Pecorino Civitas, Farnese edizione 5 autoctoni o prosecco di Astoria.

"'Solo Crudo' rappresenta oramai una comunità nel cuore della città - spiega una nota - che si nutre non solo di cibi sani ed energetici, ma anche di sostenibilità e di valori etici, perché con ogni acquisto e assaggio si fa un piccolo passo verso il benessere del proprio corpo e dell'ambiente che lo circonda. Il buono che fa anche bene, questo è l’obiettivo. Offrire il meglio per il benessere psicofisico indissolubilmente legato alla stagionalità, fa parte della ricerca costante degli chef, perché il crudismo è la passione per ingredienti autentici, rigorosamente gluten free e senza derivati di origine animale".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza