cerca CERCA
Sabato 29 Gennaio 2022
Aggiornato: 15:18
Temi caldi

Francia: Jean-Marie Le Pen replica alla figlia, mi difenderò e attaccherò

10 aprile 2015 | 09.30
LETTURA: 3 minuti

Lo rivela 'Le Monde'. Insieme a lei coinvolti due dirigenti del partito, David Rachline e Nicolas Bay. Continua lo scontro con il padre Jean-Marie che dopo l'annuncio dell'apertura di un procedimento disciplinare nei suoi confronti ha replicato: "Mi difenderò e attaccherò"

alternate text
Marine Le Pen (Foto Xinhua)

Marine Le Pen sarebbe indagata per finanziamenti illegali al suo Front national. Lo rivela il quotidiano 'Le Monde', secondo cui, "in pieno psicodramma politico-famigliare (con lo scontro tra Marine e il padre Jean-Marie, storico fondatore del partito), la leader del Front deve parallelamente affrontare la minaccia giudiziaria".

Insieme al senatore David Rachline, sindaco di Frejus, e Nicolas Bay, deputato europeo e segretario generale del Fronte, Marine sarebbe infatti finita sotto inchiesta. La notizia arriva all'indomani delle rivelazioni della stampa francese, secondo cui la magistratura starebbe indagando con l'accusa di finanziamento illecito ad un partito Frederic Chatillon, proprietario della Riwal, agenzia di comunicazione e principale "prestatrice di servizi" del Front national.

Intanto questa mattina Jean-Marie Le Pen ha replicato all'annuncio della figlia dell'apertura di un procedimento disciplinare nei suoi confronti per delle dichiarazioni antisemite. "Andrò a difendermi, ma anche ad attaccare", ha detto all'emittente francese Rtl l'86enne presidente onorario e fondatore del Front National, che poi ha aggiunto: "Non riesco a capire le cause delle sue azioni, si rischia di far esplodere il partito. Si sta sottomettendo al sistema. Ed è un suicidio, si sta dando la zappa sui piedi".

Jean-Marie Le Pen intende anche difendere la sua candidatura nella regione Paca alle prossime elezioni regionali, anche se ha detto di essere piuttosto pessimista sulle sue possibilità di vittoria. Il fondatore del Front Nazional ha anche puntato il dito contro l'influenza di Florian Philippot sul partito, di cui è segretario generale.

E in mattinata Marine Le Pen ha chiesto "unità, decenza e rispetto reciproco". "In questo momento doloroso per il Fn - ha scritto su twitter - faccio appello a tutti all'unità, alla decenza ed al rispetto reciproco tra patrioti".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza