cerca CERCA
Domenica 16 Maggio 2021
Aggiornato: 21:25
Temi caldi

Francia, poliziotta uccisa a coltellate. Aggressore ha urlato 'Allah Akbar'

23 aprile 2021 | 16.32
LETTURA: 1 minuti

La vittima aveva 49 anni. E' accaduto nei pressi del commissariato di Rambouillet. Fermate tre persone

alternate text
(Afp)

Una funzionaria di polizia è stata uccisa a coltellate oggi in Francia, nei pressi del commissariato di Rambouillet, a una sessantina di chilometri a sudovest di Parigi. L'aggressore, un 36enne di nazionalità tunisina, è stato ucciso dagli agenti che sono intervenuti sparando per fermarlo. Avrebbe urlato 'Allah Akbar' durante l'attacco, riferiscono fonti citate da Cnews. Fermate tre persone che, secondo quanto riportano i media, sono legate al killer della donna. Fonti giudiziarie hanno confermato alla Dpa, che i tre fermati conoscevano il 36enne aggressore.

Secondo quanto emerso l'autore dell'attacco si chiamava Jamel C., era originario della Tunisia ed era arrivato in Francia nel 2009. Trasferitosi nel 2015 a Ramboulliet era stato regolarizzato nel 2019, ottenendo poi nel dicembre del 2020 un permesso di soggiorno fino al prossimo dicembre, si legge sul sito di Le Figaro.

La poliziotta accoltellata a morte era una funzionaria amministrativa e aveva 49 anni. Come spiega l'emittente Bfmtv, è stata pugnalata più volte alla gola. L'agente era uscita dall'edificio per andare a cambiare in auto il disco orario, ha reso noto Valérie Pécresse, presidente della regione Ile-de-France. Al suo rientro, l'assalitore l'ha seguita ed è entrato con lei all'interno del dispositivo di sicurezza tra l'esterno e l'interno dello stabile e l'ha colpita. "La aspettava", ha dichiarato la presidente della regione.

L'aggressore, giunto in Francia in modo irregolare nel 2009, era stato regolarizzato nel 2019. La procura antiterrorismo francese (Pnat) ha aperto un'inchiesta. "Non cederemo nella lotta contro il terrorismo islamista" ha scritto in un tweet Emmanuel Macron. La polizia oggi ha condotto perquisizioni in nell'appartamento dell'aggressore ed in un secondo appartamento

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza