cerca CERCA
Lunedì 27 Settembre 2021
Aggiornato: 14:16
Temi caldi

Freddo nemico del cuore: occhio alle passeggiate dopo una cena abbondante

13 dicembre 2016 | 18.19
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

L'inverno non è amico del cuore. "In particolare il freddo che, abbinato a uno sforzo fisico e a un pasto pesante, può slatentizzare un problema", scatenando una crisi. Parola di Francesco Romeo, presidente della Società italiana di cardiologia - che si riunirà a Congresso a Roma dal 16 al 19 dicembre - e direttore della cardiologia del Policlinico Tor Vergata di Roma. Dunque nei giorni più freddi "uscire per una passeggiata dopo un pasto abbondante, magari con un peso in mano, come una borsa, in una notte fredda espone al rischio di una crisi anginosa".

Per Romeo la parola d'ordine è prevenzione: "Per chi è a rischio - dice all'Adnkronos Salute Romeo - è dunque opportuna una valutazione o un controllo dal cardiologo: è importante sapere che possiamo intervenire e trattare malattie coronariche impedendo eventi clinici".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza