cerca CERCA
Sabato 25 Giugno 2022
Aggiornato: 11:35
Temi caldi

Fisco: frode per 60 mln, Gdf Trento arresta imprenditore e sequestra 6 mln

22 luglio 2014 | 15.22
LETTURA: 2 minuti

L'uomo è ritenuto l'ideatore di una complessa frode fiscale 'a carosello'. Coinvolte 15 società, di cui 3 con sede in Spagna ed Inghilterra. Denunciate 13 persone, due hanno già patteggiato la pena

alternate text

Gli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Trento hanno eseguito tre perquisizioni ed un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un imprenditore emiliano 50enne, ritenuto l'ideatore di una complessa frode fiscale 'a carosello' per circa 60 milioni di euro di evasione, imperniata principalmente su un enorme volume di fatture false.

In parallelo all'arresto, è in corso d'esecuzione anche il sequestro per equivalente, finalizzato alla confisca, di beni immobili, autovetture, quote societarie e disponibilita' finanziarie, molte delle quali intestate a prestanome, per un valore di quasi 6 milioni di euro. 15 le società coinvolte, di cui 3 con sede in Spagna ed Inghilterra, 7 i reati ascritti in campo sia fiscale sia fallimentare, anche in forma aggravata, e 13 le persone denunciate, di cui due hanno già patteggiato la pena.

A seguito di una verifica fiscale su una societa' di Trento attiva nel commercio di macchine per il movimento terra, che ha consentito il recupero a tassazione di un imponibile di circa 47 milioni di euro ed IVA per 11 milioni, le fiamme gialle trentine hanno sviluppato un'indagine, durata oltre due anni, attraverso la quale è stata scoperta una ramificata struttura criminale con base in Emilia Romagna ma attiva anche in Lombardia e Trentino Alto Adige, che aveva architettato un complesso sistema fraudolento basato su una serie di compravendite, in parte fittizie, tra le società nazionali e le imprese estere.

Dopo aver frodato il fisco per diversi milioni di euro, l'organizzazione aveva anche distrutto od occultato la contabilita' di alcune delle imprese coinvolte, simulandone, in alcuni casi, il trasferimento della sede all'estero, onde rendere piu' difficili i controlli in corso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza