cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 20:21
Temi caldi

Ftse Mib chiude con il segno più

29 giugno 2021 | 18.14
LETTURA: 1 minuti

alternate text

Nuovo rialzo per le borse europee che, nonostante le tensioni innescate dalla diffusione della variante Delta, hanno capitalizzato i nuovi record messi a segno dai listini statunitensi. Sul Ftse MIb, che ha chiuso la seduta a 25.357,36 punti (+0,52%), spicca l’andamento dell’accoppiata formata da Azimut e Banca Mediolanum, salite rispettivamente del 3,3 e del 2,32 per cento.

Gli analisti di Deutsche Bank oggi hanno annunciato di aver alzato la valutazione da “hold” a “buy” sulla prima e di aver riavviato la copertura sulla seconda con valutazione “acquistare”.

Nel comparto industriale bene Cnh Industrial (+2,08%) e Prysmian (+1,32%) mentre le notizie sulle varianti hanno permesso a Diasorin di terminare con un +1,85%. Denaro anche su Telecom Italia (+0,89%) in scia della ripresa dei contatti con la Cassa Depositi e Prestiti sul tema della rete unica.

Tra i bancari, meno 0,81% per BPER Banca, +1,16% di Intesa Sanpaolo e parità per UniCredit. Quest'ultima ha annunciato di aver emesso il suo prima “Senior Preferred Green Bond”. Il titolo, messo sul mercato 1 miliardo di euro, ha visto l’indicazione iniziale di uno spread di 120 punti base sul mid-swap a 7 anni scendere di 30 punti base, per una cedola fissa annuale dello 0,8%, con un prezzo di emissione di 99,953%.

In rosso Saipem (-0,34%), che ha firmato con i cantieri Samsung Heavy Industries un contratto per il noleggio di una nuova nave da perforazione, e Juventus (-1,77%), che avrebbe sondato un gruppo di banche per valutare l’impatto di un aumento di capitale.

Aumento dell’1,3% per lo spread Btp-Bund, salito a 112 punti base. (in collaborazione con money.it).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza