cerca CERCA
Martedì 07 Febbraio 2023
Aggiornato: 09:45
Temi caldi

Borsa: Piazza Affari chiude a -1,84%, ancora vendite su Exor

14 maggio 2020 | 18.11
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Grazie ad un miglioramento nella seconda parte, le borse europee limitano le perdite innescate dai timori espressi da Fed e Bce sulle prospettive economiche dei prossimi mesi e dal ritorno in grande stile della tensione sull’asse Washington-Pechino. Secondo il capo scientifico dell’Organizzazione mondiale della Sanità, potrebbero essere necessari fino a 5 anni per arrivare a un punto in cui la pandemia potrà essere considerata sotto controllo.

Dopo il via libera al "Decreto Rilancio" da 55 miliardi di euro, il Ftse Mib si è fermato a 16.867,76 punti, -1,84% sul dato precedente. Nuova seduta di sofferenza per Exor, in rosso del 4,58%. Dopo il mancato passaggio di PartnerRe ai francesi di Covea, oggi le azioni della holding hanno pagato pegno alla notizia che Fiat Chrysler (-2,81%), così come la promessa sposa Peugeot, non distribuirà il dividendo. Per quanto riguarda la fusione, le due case automobilistiche hanno confermato che le attività procedono "positivamente".

Tra gli industriali -4,04% di Leonardo in scia della decisione di Morgan Stanley di tagliare il prezzo obiettivo da 6,75 a 6,4 euro (oggi le azioni hanno chiuso a 5,47 euro).

Lettera sui bancari: UniCredit ha terminato con un -1,81%, Intesa Sanpaolo ha segnato un -0,72% e Banco BPM un -0,53%. All’interno del paniere principale solo quattro titoli hanno evitato il segno meno: Ubi Banca (perfetta parità), Azimut (+0,91%), Diasorin (+2,61%) e Saipem (+0,77%), che ha annunciato di essersi aggiudicata un contratto da 2,7 miliardi di dollari in Nigeria.

Incremento di oltre tre punti percentuali per il Brent (+3,1% a 30,1 dollari il barile): secondo l’Agenzia internazionale dell’Energia, con il progressivo allentamento delle misure di lockdown, il calo della domanda di greggio potrebbe essere inferiore a quanto stimato inizialmente. Sull’obbligazionario, nuova seduta poco mossa per lo spread con i titoli tedeschi (238 punti base). (In collaborazione con money.it)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza