cerca CERCA
Sabato 27 Febbraio 2021
Aggiornato: 11:01
Temi caldi

Ftse Mib in rosso, spread a 99pb

18 febbraio 2021 | 18.15
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)
Milano, 18 feb. (Adnkronos)

Seduta con il segno meno per le borse europee, alle prese con l'incremento dei rendimenti obbligazionari e con le nuove varianti del virus, che potrebbero ulteriormente rallentare il processo di normalizzazione economica. Nel nostro Paese riflettori sempre puntati sul governo Draghi che, dopo aver incassato un’ampia fiducia al Senato, oggi si trova a fronteggiare il voto della Camera.

Dal fronte obbligazionario, nuova seduta in rialzo per lo spread Btp-Bund, tornato a 99 punti base (+3,76%) mentre per quanto riguarda Piazza Affari, l’indice Ftse Mib ha chiuso la seduta a 22.921,83 punti, -1,11% rispetto al dato precedente.

Nel comparto bancario riflettori sempre puntati sull'accoppiata formata da Banco Bpm (-0,61%) e Bper (-1,73%): secondo quanto riportato da La Stampa, ci sarebbe stato un contatto tra il Ceo del primo istituto, Giuseppe Castagna, e l’ad di Unipol (-2,06%) Carlo Cimbri (il gruppo bolognese è il primo socio di Bper), in vista della definizione della governance della nuova entità scaturente dal matrimonio tra le due banche.

Focus anche sul Credito Valtellinese (+0,96%) dopo che l'azionista Petrus Advisers ha definito “inadeguata” l'offerta del Credit Agricole, che ha messo sul piatto 10,5 euro per azione (oggi il titolo ha terminato le contrattazioni a 12,02 euro).

I titoli del comparto petrolifero (+0,08% di Saipem, -2,33% Tenaris e -0,72% per Eni) si sono mossi in scia del greggio (Brent stabile a 63,3 dollari il barile): in deciso rialzo nella prima parte ed in ritracciamento nella seconda. Domani il Cane a Sei Zampe alzerà il velo sui conti.

Oggi stata invece la volta di Campari. La società, le cui azioni hanno terminato con un +0,12%, nell’esercizio 2020 ha registrato un utile netto di 187,9 milioni di euro, meno 39,1% rispetto all'anno precedente.

In linea con un comparto di riferimento sostenuto dai rumor sulla quotazione di Porsche da parte della controllante Volkswagen, Stellantis ha terminato con un +0,56%. (In collaborazione con money.it).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza