cerca CERCA
Sabato 23 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:24
Temi caldi

Fuga di gas in California, migliaia di evacuati. Dichiarato lo stato di emergenza

07 gennaio 2016 | 12.22
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Xinhua)

Il governatore della California, Jerry Brown, ha dichiarato lo stato di emergenza a Porter Ranch, un sobborgo alle porte di Los Angeles, a causa di una massiccia fuga di gas metano che ha costretto all'evacuazione di migliaia di residenti. Secondo i media americani ogni ora vengono riversati nell'atmosfera 30mila kg di metano e gli esperti parlano di catastrofe ecologica.

L’incidente si è verificato il 23 ottobre in un pozzo utilizzato per lo stoccaggio di gas naturale ad Aliso Canyon e la promulgazione dello stato di emergenza consente di mobilitare tutte le agenzie governative dello Stato per assistere la popolazione della zona. A causa della fuoriuscita e dei particolari additivi nauseabondi aggiunti per segnalare le fughe di gas, da mesi i residenti nelle vicinanze soffrono di nausea, sangue dal naso e mal di testa.

Secondo l’autorità californiana che si occupa della qualità dell’aria, la produzione di gas a effetto serra sulla costa dello Stato è aumentata del 25%. Per gli esperti si tratta del peggior disastro ambientale degli Stati Uniti dopo la marea nera provocata dall’incidente alla piattaforma petrolifera Deepwater Horizon, di proprietà della British Petroleum, nel Golfo del Messico nel 2010.

La Southern California Gas Co, che gestisce il pozzo, sta cercando di fare tutto il possibile per fermare la fuoriuscita attraverso la creazione di un pozzo adiacente dal quale iniettare fluidi e fango per tappare la falla.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza