cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 20:51
Temi caldi

G7, Renzi: ''Stop austerity, Italia in linea con Obama''

07 giugno 2015 | 14.56
LETTURA: 4 minuti

Obama-Merkel: ''Avanti con sanzioni a Russia per Ucraina''. Obama e la linea rossa dei calzoncini in pelle bavarese: 'dimenticati a casa'

G7 al via in Baviera, nel sud della Germania, dove oggi e domani i leader dei sette Paesi più industrializzati del mondo si riuniscono nel lussuoso hotel di Schloss-Elmau, situato ai piedi dei Monti del Wetterstein. Ingente, come in ogni altra edizione del vertice, il dispiegamento di forze di sicurezza, con 17mila agenti presenti.

Obama-Merkel: avanti con sanzioni a Russia per Ucraina - Ucraina e Grecia saranno i due temi forti al centro del summit che per il secondo anno si tiene in formato G7, senza la Russia, esclusa dal G8 dopo l'annessione della Crimea. Stati Uniti, Germania e Gran Bretagna cercheranno di convincere gli altri paesi europei a non allentare le sanzioni contro la Russia. I leader del G7 prenderanno posizione contro l'"aggressione russa in Ucraina", ha affermato il presidente Usa Barack Obama che prima del vertice ha avuto un bilaterale con la Cancelliera Angela Merkel e ha incontrato i cittadini di Kruen. Nel corso dell'incontro Merkel e Obama ''hanno concordato - ha reso noto la Casa Bianca - che la durata delle sanzioni dovrà essere chiaramente legata all'attuazione completa degli accordi di Minsk da parte della Russia e al rispetto della sovranità dell'Ucraina".

Obama: mai un giorno no per birra e weisswurs - "Non c'è mai un giorno no per una birra e un weisswurst", ha scherzato Obama, aggiungendo di aver dimenticato i suoi 'lederhosen' (i tradizionali pantaloni corti in pelle con le bretelle, ndr) a casa, ma di voler acquistarne una sul posto. Obama ha poi parlato di Angela Merkel come di una "grande amica e partner".

Juncker: da Tsipras nessuna nuova proposta - Sul fronte Grecia è intervenuto il presidente della commissione Ue Jean Claude Juncker. Il premier greco Alexis Tsipras deve "rispettare alcune regole minime" ha detto Juncker, sottolineando che "il premier greco non ha ancora presentato alcuna proposta alternativa" per il piano di rientro dal debito ma ha escluso l'ipotesi 'Grexit'. Ma per la Grecia, "ci sarà di sicuro una scadenza", ha spiegato ancora il presidente della commissione Ue.

Renzi accolto dalla banda con 'Azzurro' - Poco prima di mezzogiorno all'aeroporto di Monaco è arrivato anche il premier Matteo Renzi. Ad accoglierlo, il premier bavarese Horst Seehofer. Sulla pista, il premier ha trovato banda e 'picchetto' in costume tipico bavarese, con tanto di calzoncini corti in cuoio. Renzi ha firmato il libro d'onore mentre la banda suonava 'Azzurro', il celebre brano di Paolo Conte portato al successo da Adriano Celentano.

Poi nel pomeriggio Renzi ha avuto uno scambio di opinioni con il presidente americano Barack Obama, a margine di una delle sessioni di lavoro del G7. "Ora stiamo facendo le riforme, che stanno iniziando a dare i frutti, la discussione ora è come sostenere la crescita e la posizione italiana è in linea con gli Stati Uniti: dobbiamo fare di più, c'è bisogno di più crescita e investimenti", ha detto Renzi in una pausa dei lavori.

Per risolvere la questione della Grecia serve "buon senso, mi pare ci siano le condizioni perché da parte dell'Ue ci sia buon senso e al tavolo del G7 c'e' condivisione sul fatto che si faccia di tutto per non fare uscire la grecia , ma serve buon senso anche dal governo greco'', ha detto ancora Renzi. ''L'ipotesi dell'uscita della Grecia dall'Euro sarebbe un errore economico, politico e geopolitico, dobbiamo fare di tutto perché la Grecia stia dentro ma è evidente che è impensabile che gli italiani che hanno smesso di pagare baby pensioni accettino che gli europei le paghino ai greci: bisogna che il governo Tsipras capisca che le riforme vanno fatte''.

I partecipanti - Oltre a Obama Merkel e Renzi, al vertice sono presenti il premier giapponese Shinzo Abe, il premier britannico David Cameron, il presidente francese Francois Hollande e il premier canadese Stephen Harper. Domani saranno presenti per discussioni sulle minacce del terrorismo anche i leader di Nigeria, Iraq e Tunisia.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza