cerca CERCA
Domenica 26 Settembre 2021
Aggiornato: 14:16
Temi caldi

G8, Zerocalcare: "Memoria non è neutra, è un terreno di scontro"

20 luglio 2020 | 16.46
LETTURA: 1 minuti

"Tra di noi ci sta ancora chi sta in galera e chi scappa inseguito da mandati di cattura e richieste di estradizione" dice il fumettista

alternate text
(Fotogramma)

"Oggi è quel giorno là, diciannove anni fa succedeva Genova". Lo scrive sul suo profilo twitter il fumettista Zerocalcare spiegando i motivi per cui è necessario ricordare gli eventi tragici del G8 di Genova del 2001 che culminarono con la morte di Carlo Giuliani . Eventi ai quali il fumettista dedica una vignetta nella quale si vede un gruppo di forze dell'ordine e quello che sembra essere un magistrato che tirano giù un monumento costituito da un gigantesco estintore con sul piedistallo la scritta 'Memoria di Genova 2001'.

A fianco della vignetta un lungo testo dove, fra l'altro, si legge : "...la memoria non è neutra, la memoria è un terreno di scontro e pure se un sacco di gente lo scopre oggi quando vede qualcuno che butta giù una statua, noi sono 19 anni che ogni 20 luglio dobbiamo ingoiare le vostre stronzate, gli insulti e le biliose ricostruzioni di chi non conosce nemmeno il peso delle parole che usa..." e ancora "...pure se sono passati tutti questi anni, pure se ci sono adulti di oggi che non erano neanche nati mentre noi correvamo col fiato rotto nei vicoli di Genova, pure se i vertici della polizia hanno fatto tutti carriera, tra di noi ci sta ancora chi sta in galera e chi scappa inseguito da mandati di cattura e richieste di estradizione, per placare la sete di vendetta infinita dello stato italiano".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza