cerca CERCA
Mercoledì 22 Settembre 2021
Aggiornato: 10:27
Temi caldi

Ambiente: Galletti, serve patto imprese-Stato per chimica più 'green'

21 ottobre 2014 | 12.37
LETTURA: 2 minuti

Per il ministro "la sfida della riduzione virtuosa di Co2 non è una sventura per le imprese, ma una grande opportunità economica di crescita nel rispetto dell'ambiente". Il suo impegno per le semplificazioni.

"Serve un patto tra imprese e Stato per rendere l'industria chimica sempre più rispettosa dell'ambiente. Questa è una necessità impellente in un settore che rappresenta anche un elemento essenziale per il rispetto degli obiettivi sul clima". Così il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, intervenuto oggi alla presentazione del Rapporto Responsible Care 2014, il programma volontario mondiale dell'industria chimica per tutelare la sicurezza e la salute di lavoratori, consumatori e dell’ambiente.

"Bisogna considerare la sfida della riduzione virtuosa di Co2 non come una sventura per le imprese, ma come una grande opportunità economica di crescita nel rispetto dell'ambiente - aggiunge Galletti - Il mio impegno è proseguire nelle semplificazioni, rendere la vita più semplice agli imprenditori e definire oggi i parametri di sviluppo verde per gli anni a venire, per evitare che si ripetano gli errori del passato".

"Sono il miglior amico degli imprenditori che vogliono rispettare l'ambiente e il peggior nemico di chi lo disprezza. L'industria chimica rappresenta un elemento indispensabile per la crescita di questo Paese, per la capacità delle sue imprese di interagire in tutti i settori, in modo trasversale. La chimica - conclude il ministro dell'Ambiente - viene vista come uno dei settori a più alto rischio inquinamento, ma le esperienze che ho visto in questi mesi e anche negli scorsi anni mi dicono che molto si può fare nella chimica per salvaguardare l'ambiente".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza