cerca CERCA
Martedì 28 Giugno 2022
Aggiornato: 08:01
Temi caldi

Galli a cena fuori? "Certo, ieri all'aperto con Crisanti"

01 giugno 2021 | 21.58
LETTURA: 1 minuti

"Eravamo sul mare a Forte dei Marmi. Faceva freddo, meglio al chiuso"

alternate text

Il professor Massimo Galli andrà a cena in un ristorante al chiuso? "Certo che sì. Non vorrei portare la mia punizione a determinati livelli. Ieri sera eravamo all’aperto io e Andrea Crisanti, il sindaco di Forte dei Marmi che è un collega ha avuto il coraggio di organizzare una riunione di catastrofisti", dice il responsabile di malattie dell'ospedale Sacco di Milano a Cartabianca. "In uno splendido posto sul mare abbiamo preso anche un bel po' di freddo, ci siamo detti che avremmo potuto stare al chiuso. Le cose sono andate molto bene, mi viene da sorridere. Ho promesso di sorridere di più in televisione, ad amici e persone particolarmente care, e le cose oltretutto stanno andando bene", dice analizzando il quadro dell'epidemia covid in Italia.

"Abbiamo avuto risultati al di là delle più rosee aspettative basate su proiezioni fondate su dati scientifici. E’ andata veramente molto bene, le vaccinazioni fatte rappresentano uno zoccolo duro. E’ evidente che le persone non ne possono più di stare chiuse, è meglio persuadere all’attenzione chi deve stare attento e non intervenire con limitazioni drastiche", dice Galli, che a fine aprile criticò la decisione di avviare le riaperture in Italia. "Non voglio recriminare inutilmente, quando sono state annunciate le riaperture avevamo un gap di 30 milioni di dosi rispetto alla Gran Bretagna, avevamo molte persone a rischio non vaccinate, avevamo la variabile legata alle varianti. Le persone fragili sono state bravissime a tenersi fuori dai guai: quando sono state decise le riaperture non era stata raggiunta la soglia di 500mila di vaccinazioni al giorno", dice.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza