cerca CERCA
Lunedì 28 Novembre 2022
Aggiornato: 18:45
Temi caldi

Basket: Nba, Gallinari 20 punti ma Denver k.o. e Datome batte Bargnani

26 febbraio 2015 | 10.35
LETTURA: 4 minuti

I Nuggets incassano contro Phoenix l'ottava sconfitta di fila in casa. Al tappeto anche i Knicks del 'Mago', che segna 17 punti ma perde il derby contro l'ex Virtus Roma, all'esordio con la maglia dei Celtics. Serata amara anche per i campioni di San Antonio, sconfitti a Portland: per Belinelli 9 punti

alternate text
L'azzurro Danilo Gallinari con la maglia dei Denver Nuggets (Foto Infophoto) - INFOPHOTO

Danilo Gallinari segna 20 punti ma Denver finisce ancora al tappeto in casa, Gigi Datome esordisce con Boston e vince il derby italiano con Andrea Bargnani dei Knicks. Phoenix si impone per 110-96 e infligge ai Nuggets l'ottavo k.o. di fila al Pepsi Center. Brandon Knight mette a referto 19 punti, comprese un paio di triple pesanti nell'ultimo quarto, e guida una pattuglia di 6 uomini in doppia cifra fra gli ospiti. La buona prova corale dei Suns è testimoniata anche dai 65 rimbalzi, record assoluto in questa regular season Nba.

A Denver non basta la buona prova del 'Gallo', che parte nel quintetto titolare e fa segnare 20 punti (1/5 da due, 5/11 da tre e 3/3 ai tiri liberi), 7 rimbalzi e un assist in 34 minuti. Altra serata amara anche per i Knicks, che sul parquet di Boston rimediano l'ottava sconfitta di fila. I Celtics si impongono per 115-94 grazie anche alla tripla doppia di Evan Turner (10 punti, 12 rimbalzi e 10 assist) e ai 20 punti dalla panchina di Jonas Jerebko.

Nel finale entra anche Datome, che gioca 4 minuti provando il tiro da tre in due occasioni senza però trovare il canestro. Fra i Knicks il top scorer è Bargnani con 17 punti (5/11 da due, 0/2 da tre e 7/9 ai liberi), 6 rimbalzi, un assist e 2 stoppate in 25 minuti.

Continua intanto il momento no dei campioni di San Antonio, sconfitti a Portland per 111-95. A trascinare i Trail Blazers ci pensa Wesley Matthews con una prestazione da 31 punti. Tim Duncan segna 20 punti, Marco Belinelli parte dalla panchina e fa segnare 9 punti in 21 minuti ma non basta agli Spurs per evitare la quarta sconfitta di fila. Fra le altre partite giocate nella notte si segnala la prima battuta d'arresto di Chicago dopo l'infortunio di Derrick Rose, in attesa di sottoporsi a un intervento al ginocchio che potrebbe chiudere la sua stagione.

I Bulls si arrendono in casa contro Charlotte per 98-86. Gli Hornets si godono la doppia doppia di Michael Kidd-Gilchrist (18 punti e 12 rimbalzi) e si riscattano dopo cinque sconfitte di fila. A Chicago non basta la solita prestazione maiuscola dello spagnolo Pau Gasol (25 punti e 13 rimbalzi).

Sconfitta pesante anche per Dallas sul parquet di Atlanta. Gli Hawks si impongono per 104-87 e il tedesco Dennis Schroder si mette in evidenza con una prestazione da 17 punti. I Mavs puniscono Rajon Rondo con una partita di stop, dopo la lite con il coach Rick Carlisle durante il match contro Toronto, e Monta Ellis (19 punti) non basta per evitare la sconfitta.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza