cerca CERCA
Martedì 09 Agosto 2022
Aggiornato: 23:34
Temi caldi

Roma, botte e insulti razzisti: arrestati 2 neofascisti

09 luglio 2019 | 08.13
LETTURA: 2 minuti

La brutale aggressione, ai danni di un trentenne gambiano, è avvenuta nel quartiere San Lorenzo il 17 giugno scorso

alternate text
Immagine d'archivio (Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Stamattina la Digos di Roma ha eseguito le ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal Gip presso il Tribunale di Roma, a carico di C.A. e V.I., rispettivamente di 45 e 50 anni, entrambi con diversi precedenti di polizia alle spalle e vicini ad ambienti dell’estrema destra romana. I due sono risultati gli autori di una brutale aggressione perpetrata ai danni di un trentenne gambiano, che ha riportato lesioni con prognosi di guarigione di trenta giorni.

Le indagini, svolte dalla Digos, con la collaborazione del commissariato 'San Lorenzo', si riferiscono ai fatti accaduti nelle prime ore della mattinata del 17 giugno scorso, all’interno e fuori dallo spazio sociale in via dei Volsci 32 a San Lorenzo, quando la vittima, un cittadino del Gambia di trent’anni, dopo aver chiesto da bere è stato aggredito da C.A e V.I.. I due gli si sono scagliati contro, colpendolo ripetutamente con calci, pugni e oggetti contundenti, apostrofandolo con frasi discriminatorie e insulti razzisti.

Gli indagati sono stati individuati dalla Digos grazie allo studio delle immagini registrate da alcuni impianti di videosorveglianza presenti in zona e dalle testimonianze raccolte dagli investigatori. Gli uomini della Digos sono riusciti a ricostruire minuziosamente i fatti, hanno ritrovato anche i capi di abbigliamento indossati dai due al momento dell'aggressione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza