cerca CERCA
Martedì 17 Maggio 2022
Aggiornato: 06:54
Temi caldi

Moda

Gatwick come Ellis Island, tutti migranti in passerella da Stella Jean /Video

23 settembre 2015 | 17.11
LETTURA: 3 minuti

Tra gli altri... Miriam Makeba, Albert Einstein, Henry Kissinger, Marc Chagall, Aung San Suu Kyi, Bertolt Brecht, Joseph Pulitzer, Madeleine Albright, Victor Hugo, Pierre Cardin. Tutti migranti. Un messaggio potente quello di Stella Jean. Che anche se arriva dal mondo della moda, è ugualmente importante e si fa forza del potere di comunicazione e amplificazione del messaggio che il fashion porta con sè. Al Mudec di Milano la stilista di origini haitiane, apre la sfilata con un invito. A seguire un video sui propri smartphone. Nomi eccellenti si susseguono e accanto a essi i 'luoghi' d'origine e quelli di destinazione. Per dire che anche tante figure eccellenti della nostra storia hanno avuto una origine comune, un destino che sembrava segnato e che invece è stato ribaltato proprio con la loro migrazione in un altro luogo del mondo.

La collezione segna la mappa geografica delle tappe dell'esodo dei migranti italiani e non solo. In tutto 33 styling-mosaico che evocano gli 'scali' che per molti hanno rappresentato un 'riscatto': Sud America, Nord America, Africa, Europa. Il porto di partenza è l'Italia con la sua abilità sartoriale. Poi il Sud America, sintetizzato in un asse ideale tra Atlantico e Pacifico. Argentina e Brasile nelle balze a carioca multicolore, nei volant di rafia e negli ampi gonnelloni che fanno tanto Bahia.

Le Ande si ritrovano nel caratteristico porte-enfant artigianale che diventa una mantella, ma anche nelle scene dipinte e ricamate a mano delle donne che indossano la peculiare bombetta, dai grandi colli ricamati, casacche rigate, gonne ad anfora annodate. Nello stereotipo statunitense domina la componente maschile ed ecco dunque il bomber college, le camicie over da cowboy. A simboleggiare l'emigrazione italiana di oggi, i trench e le camicie da uomo bacchettate, prese a prestito dagli artigiani di Savile Row. In una Londra emblema della attuale fuga dei migranti italiani. Ieri Ellis Island e oggi Gatwick.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza