cerca CERCA
Domenica 23 Gennaio 2022
Aggiornato: 00:08
Temi caldi

Gay: Feltri, io in Arcigay per affermare i diritti civili di liberta'

28 giugno 2014 | 19.55
LETTURA: 2 minuti

Un ''gesto simbolico'' per ''affermare al massimo la necessità di estendere al massimo i diritti civili''. Vittorio Feltri spiega così all'Adnkronos la decisione di iscriversi, insieme a Francesca Pascale, all'Arcigay. ''Noi -rileva l'editorialista del Giornale- siamo per la libertà, senza discriminazioni, convinti che sia necessario superare i pregiudizi che generano equivoci, banalità, insulti noiosi e stupidi''.

''Quando si tratta di trasformare i diritti in fatti concreti si trovano tutti in difficoltà. Renzi ha fatto tanti annunci e poi è finito in un sistema istituzionale che rende difficile qualsiasi iniziativa. Ogni volta che ci ha provato Berlusconi si è trovato il mondo addosso. Finchè si tratta di chiacchiere -dice- sono tutti d'accordo, quando è l'ora di trasformarle in fatti concreti si incontrano gli ostacoli''. Per Feltri non è un problema l'iscrizione ad un'organizzazione da sempre schierata a sinistra: ''quando si tratta di diritti civili non esistono destra o sinistra. Il nostro -conclude- è un gesto simbolico, speriamo che contribuisca ad ottenere qualche risultato''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza