cerca CERCA
Lunedì 18 Ottobre 2021
Aggiornato: 19:41
Temi caldi

Generali, analisti: "Unicredit può entrare nella partita"

24 gennaio 2017 | 13.24
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Una soluzione all'apparenza paradossale ma indicata dagli analisti come "la più semplice" per l'ingresso di Intesa SanPaolo nel capitale delle Generali è individuata nella sua principale concorrente: Unicredit. Secondo i report di Equita e Banca Akros, Piazza Cordusio potrebbe vendere a Intesa Sp la sua quota in Mediobanca (circa l'8,6%), così da permettergli di lanciare un'offerta su Piazzetta Cuccia. "In questo modo - riporta Equita - Intesa, oltre a controllare un business più affine, diventerebbe indirettamente il primo socio di Generali con il 13% e potrebbe coagulare una minoranza di blocco in chiave anti-scalata".

Dello stesso avviso gli analisti di Banca Akros, che spiegano: "Il modo più semplice" perché Intesa Sp raggiunga i suoi obiettivi "potrebbe essere l'acquisto della quota di Mediobanca in Generali, creando poi un patto di sindacato che vincoli più del 20% del capitale di Generali". Un ruolo "chiave", spiegano, potrebbe essere "giocato da Unicredit, che sta per lanciare un importante aumento di capitale e potrebbe essere costretta a liberarsi della sua quota in Mediobanca, favorendo un consolidamento del controllo di Generali".

Ieri, Generali ha acquistato il 3% dei diritti di voto di Intesa SanPaolo per impedire un'eventuale scalata della banca nel capitale insieme a un partner assicurativo e, secondo indiscrezioni di stampa, adesso Ca' de Sass starebbe studiando un'ops sul Leone, così da aggirare il vincolo di sterilizzazione dei diritti di voto previsto dalle regole sulle partecipazioni incrociate.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza