cerca CERCA
Lunedì 15 Agosto 2022
Aggiornato: 10:04
Temi caldi

Generali, utile netto di 588 milioni nel primo trimestre (-13,8%)

12 maggio 2016 | 16.01
LETTURA: 3 minuti

alternate text
- Assicurazioni Generali, sede di piazza Cordusio a Milano

Generali registra un utile netto di 588 milioni di euro nel primo trimestre dell'anno, in flessione del 13,8% su base annua. Il risultato operativo del gruppo assicurativo supera quota 1,1 miliardi, in calo del 12,3% rispetto ai primi tre mesi del 2015. La flessione dei risultati, si spiega dal gruppo, è dovuta a "minori realizzi di plusvalenze su investimenti a causa condizioni avverse dei mercati". Sul fronte della redditività operativa l’operating Roe annualizzato si attesta al 13,3%, superiore al 13%, confermando l’obiettivo del piano.

In particolare, nel trimestre la tenuta del modello di business del gruppo è testimoniata dalla crescita del 6,4% della raccolta netta vita, che supera 4,5 miliardi e dal miglioramento del risultato tecnico danni, con un combined ratio al 92%, in calo di 1,3 punti percentuali. La raccolta premi complessiva risulta sostanzialmente in linea attestandosi a 19,7 miliardi, in calo dell'1,1%, un risultato, si spiega dal gruppo, "solido rispetto al contesto di mercato e al confronto con un primo trimestre 2015 particolarmente favorevole".

Piano e target confermati ma condizioni più difficili - "Confermiamo il piano e i target, ma dobbiamo lavorare molto perché le condizioni in cui operiamo in questo momento sono più difficili rispetto a quelle del maggio dello scorso anno, quando presentammo il piano ai mercati", spiega Alberto Minali, direttore generale e group Cfo di Generali. Minali sottolinea che "non ci sarà un aggiornamento del piano o una rivisitazione dei target, ma un'analisi molto dettagliata, che abbiamo già iniziato a fare, per capire quali sono le nuove condizioni in cui ci troviamo a operare e dove possiamo ulteriormente recuperare redditività".

Da Atlante impatto di circa 100 milioni sul capitale - L’investimento di 150 milioni di euro nel fondo Atlante "assorbirà circa 100 milioni di euro di capitale di rischio" di Generali, con un impatto sul Solvency ratio del gruppo pari "allo 0,4-0,5%", evidenzia Minali. L'investimento in Atlante "non transita in conto economico, ma viene fatto in conto capitale" e che "l’assorbimento di capitale dipenderà molto anche da come Atlante andrà a investire i propri fondi, se andrà a sottoscrivere l’inoptato delle banche piuttosto le quote di non performing loan", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza